Cultura e scienze

Oliviero Toscani spiega la foto delle Sardine con Benetton

Toscani non sembra entusiasta della situazione e non pare aver tanta voglia di parlare dell’accaduto, visto che comincia dicendo che a casa sua invita chi vuole

Oliviero Toscani parla oggi con il Gazzettino della foto delle Sardine con lui e Luciano Benetton che sta movimentando la giornata di Santori & Co. Toscani non sembra entusiasta della situazione e non pare aver tanta voglia di parlare dell’accaduto, visto che comincia dicendo che a casa sua invita chi vuole:

Veramente ha invitato Mattia Santori e i suoi non a casa sua ma a Fabrica…
«E allora? È il mio ufficio. La mia seconda casa. Io i miei amici li invito dove voglio».

Ci sarà un motivo se però il centro di Benetton ha rilanciato una foto in cui lei e il signor Luciano posate insieme a loro.
«No, nessun motivo. Volete la polemica? Non c’è».

sardine benetton

E qui è utile segnalare che secondo le Sardine c’era stata una richiesta di “riservatezza” sull’incontro – come ha scritto il Fatto Quotidiano – evidentemente non recepita.

Ma c’è un motivo particolare per cui li ha invitati a visitare Fabrica?
«Ancora? Faccio quello che voglio, lo ripeto. Comunque: noi abbiamo 30 ragazzi da tutto il mondo che seguono i nostri workshop. Tutti a chiederci delle Sardine, chi fossero, cosa pensassero. E allora ho deciso di sentire Santori per capire se avevano voglia di spiegare a questi 30 cervelli da tutto il globo cosa fosse secondo loro la politica e l’impegno civile».

E Santori?
«Ha risposto immediatamente con enorme disponibilità. Sono venuti, hanno fatto una visita a Fabrica e poi hanno raccontato ai 30 ragazzi perché hanno scelto di scendere nelle piazze».

Soddisfatti i ragazzi?
«Molto, bell’incontro. Ma oggi è sabato e io voglio staccare, com’è andato glielo racconto un’altra volta».

Leggi anche: La foto delle Sardine con i Benetton e le richieste di “riservatezza” sullo scatto tradite