Fatti

Il no vax (denunciato) che insulta David Sassoli dopo la sua morte e se la prende con Salvini e Meloni | VIDEO

Il leader no vax Nicola Franzoni registra un video-selfie in cui esulta per la morte del presidente del Parlamento europeo David Sassoli

Lo ha rimosso da Facebook e poi pubblicato sul suo canale Telegram da quasi 11mila seguaci. Nicola Franzoni appare nel video “incriminato” – per il quale è stato denunciato per vilipendio dall’esponente di Italia Viva Fabrizio Volpi – in cui l’imprenditore no vax esulta per la morte del presidente del Parlamento europeo David Sassoli. “Ho fatto un video – dice Franzoni – commentando le volgari e schifosissime immagini televisive in cui tutto il mondo si piega ed è attonito di fronte all’annuncio della morte di uno st**** qualsiasi. Un comunista giornalista, che è stato uno dei massimi difensori del governo Draghi, uno di quelli che è paraculo del sistema, diventato presidente del Parlamento europeo senza arte né parte, un figlio di questo sistema di me*** che si è tolto dai cog****”. Il no vax si registra nella sua auto mentre se la prende con chi ha dimostrato pubblicamente dolore per la scomparsa dell’ex giornalista del Tg1: “Tutti commossi è una testa di c**** in meno, questa è la mia versione. Non mi commuovo, anzi ci godo. Mi scuso per chi non ha lo stomaco per reggere queste mie parole. Ma lo voglio spiegare. Ha imposto il vaccino, non ha difeso gli italiani, ha continuato a guadagnare 50mila euro al mese, mentre gli italiani si suicidavano. Fatelo girare questo video”.

Il no vax (denunciato) che insulta David Sassoli dopo la sua morte e se la prende con Salvini e Meloni

Poi l’attacco anche alla destra della Lega e di Fratelli d’Italia, da lui giudicati complici del “sistema”: “Sassoli è uno di quelli che non ha mosso un dito mentre gli italiani senza lavoro si suicidavano perché non volevano vaccinarsi o non avevano il Green Pass. Perché le misure restrittive dei suoi accoliti chiudevano l’Italia con l’appoggio di Meloni e Salvini, stampatevelo bene nel cervello, perché sono mer** uguali. Avete sentito il presidente della Repubblica e del Consiglio intervenire quando è morto il medico De Donno? Qualche riga di commiato quando questo governo appoggiato dalla destra ha ucciso, con la storia della “tachipirina e vigile attesa” 150mila italiani, morti di mille malattie ma non per la finta pandemia?”. Infine, Franzoni dichiara “guerra” alle istituzioni e chiama l’adunata: “Io non arretro di un centimetro dalle posizioni che ho avuto fin dal primo giorno. Anzi, incalzo. Costruiremo il più grande partito d’Italia perché dobbiamo mandarli via a pedate. Il primo dpcm che deve fare il nuovo governo di liberazione nazionale è il carcere a vita per queste mer**, o l’esilio. Se ne devono andare, devono pagare il conto di aver sterminato gli italiani. No al vaccino, no, ci imponiamo. Vi aspetto a Napoli, tutta la destra di questo paese si ritrovi lì, a Piazza Dante, sotto il simbolo della liberazione nazionale, perché noi libereremo l’Italia”.