Economia

Naspi, Asdi, Dis-Coll: come funzionano i nuovi sussidi per la disoccupazione

Naspi, l'assegno di disoccupazione

Tre nuove tipologie di tutela per chi resta senza lavoro sono state approvate dal governo ed entreranno in vigore dal primo maggio. Si tratta della NASPI, che nasce dall’ASPI della riforma Fornero, l’ASDI, ovvero l’assegno per disoccupati e indigenti, e il DIS-COLL, che prevede sei mesi di indennità per i lavoratori precari. Nel dettaglio, ecco le descrizioni di NASPI, ASDI e DIS-COLL.


Il Sole 24 Ore pubblica oggi due infografiche che riepilogano il funzionamento di Naspi, Asdi e Dis-Coll per la perdita del lavoro, e spiegano anche i cambiamenti per i sussidi in caso di sospensione del lavoro. Per la crisi temporanea la cassa integrazione ordinaria sarà solo in seguito all’esaurimento delle possibilità di riduzione dell’orario di lavoro. Per la Cig in deroga si prevede una revisione dell’applicabilità dei fondi di solidarietà; i contratti di solidarietà dovrebbero essere più flessibili.
sussidi disoccupazione naspi asdi dis-coll 1
 
Questi invece i nuovi sussidi in caso di perdita del lavoro. La mini Aspi è in vigore fino al 30 di aprile e prevede come requisiti almeno 13 serttimane di contributi nei 12 mesi precedenti. L’Asi invece prevede un anno di contributi e due anni di assicurazione. L’importo massimo della NASPI è invece di 1300 euro mensili. L’ASDI è invece l’assegno di disoccupazione a chi non ha trovato impiego dopo le tutele della Naspi. Per i co.co.pro., i collaboratori a progetto, sarà operativo invece il Dis-Coll, l’indennità che vale per gli iscritti alla gestione separata dell’INPS.
 
sussidi disoccupazione naspi asdi dis-coll