Fact checking

La meravigliosa figuraccia dei grillini sui fondi ai disabili nel XII Municipio

alessandrodamato|

silvia crescimanno 7

Una meravigliosa figuraccia sta andando in scena nelle ultime ventiquattr’ore tra Municipio XII e amministrazione comunale: nei panni della guest star c’è l’assessore al bilancio Andrea Mazzillo. La storia comincia ieri, quando si diffonde la notizia che il Municipio XII ha sospeso il servizio ad anziani (Saisa), a persone con handicap (Saish) e anziani fragili (Cedaf) fino a data da destinarsi. A testimoniarlo è la lettera ricevuta dalle aziende che se ne occupano protocollata dal Municipio XII e da Roma Capitale. La lettera è un inno alla trasparenza e recita: «Si comunica che i servizi in oggetto sono temporaneamente sospesi sino al perfezionamento degli atti volti alla prosecuzione del rapporto». Attenzione: la nota, in alto a destra, è protocollata 92069. Che vorrà dire tutto ciò?

municipio xii
La comunicazione di sospensione dei servizi per i disabili del Municipio XII

La meravigliosa figuraccia dei grillini sui fondi ai disabili nel XII Municipio

Vuole dire che siccome è il Municipio (la cui presidente è Silvia Crescimanno, moglie del consigliere in Campidoglio Daniele Diaco) ad essere in ritardo nella stesura degli atti necessari alla prosecuzione del servizio, il servizio va sospeso. Ma, stranamente, la comunicazione non viene mandata alla stampa né vengono avvertiti i cittadini delle circostanze, anche perché bisognerebbe anche ammetterne le colpe. Ma la notizia comincia a diffondersi lo stesso anche per le
Il Municipio XII rimane silente per tutto il pomeriggio. Nessuno spiega, nessuno parla, nessuno dice niente. Ma alle 23:45 compare

La nota di Silvia Crescimanno, presidente del XII Municipio

Nonostante le note stampa diffuse nel pomeriggio dai soliti personaggi della nomenclatura romana dei partiti oggi all’opposizione, si comunica che i servizi saish e saisa nel Municipio XII saranno garantiti e non ci sarà pertanto interruzione del servizio. Per quanto riguarda il servizio cedaf si comunica che mercoledì 2 novembre gli uffici provvederanno a completare la procedura necessaria per la prosecuzione del servizio. I servizi erogati alle persone con disabilità sono sempre stati al centro dell’azione della nostra attività di governo del municipio. La mancata programmazione di anni di mal governo continua a provocare gli inceppamenti della macchina amministrativa troppo spesso incastrata nella burocrazia. Questo modo di operare finirà presto!

Ovviamente a tutti quelli dotati di senno è chiaro cosa è accaduto. Vista la diffusione della notizia e il potenziale deflagrante, l’amministrazione si è mossa per “perfezionare gli atti volti alla prosecuzione del rapporto“, come diceva lo stesso municipio poche ore prima. Ovviamente i commenti della presidente si riempiono delle battute di cittadini e avversari politici che ribattono a quanto raccontato.

La trasparenza e la correttezza, queste sconosciute

Ma la Crescimanno non si scusa in alcun modo dell’errore né spiega come sia uscita dai suoi uffici la comunicazione di sospensione del servizio. In compenso suo marito, il consigliere comunale Daniele Diaco, su Facebook

L’atto del Municipio XII che dimostra il ritardo dell’amministrazione

La nota prosegue spiegando che “è stato possibile completare gli adempimenti necessari al perfezionamento degli atti indispensabili per la prosecuzione del servizio”. È quindi EVIDENTE a tutti che dopo la diffusione della notizia i politici grillini si sono mossi per correggere quanto prima deciso. E invece il consigliere comunale Daniele Diaco mente all’opinione pubblica e ai cittadini parlando di bugie e sciacallaggio da parte dei partiti. 
daniele diaco
Ma c’è di peggio. Perché l’assessore al bilancio Andrea Mazzillo, che ricopre una carica istituzionalmente più elevata rispetto a un consigliere comunale e a un presidente di municipio, fa la stessa identica cosa anche se stavolta mette sotto accusa la stampa… Ma tra le righe ammette che “c’è stato un problema amministrativo” che la presidente Crescimanno “ha risolto lavorando fino alla tarda serata di ieri e predisponendo le determine necessarie”. Il riferimento alla tarda serata (le 23 e 45? Che vita da cani deve aver fatto finora Mazzillo!) non può non far venire in mente la luce accesa lasciata a Palazzo Venezia ai bei tempi.
andrea-mazzillo
Lo status di Andrea Mazzillo sulla sua pagina Facebook

Ma a stupire è l’atteggiamento di Crescimanno, Diaco e Mazzillo: di fronte a un evidente errore tecnico-amministrativo commesso nessuno si ritiene in dovere né di dire tutta la verità né di scusarsi con i cittadini: una volta riparato (per fortuna) tutti se la prendono con la stampa e con gli avversari politici, in una specie di campagna elettorale permanente che non ha alcuna remora di inventare falsità pur di salvare la faccia e non ammettere l’errore. Il nuovo che è avanzato è identico alla vecchia politica.

Leggi sull’argomento: Municipio XII, sospesa l’assistenza domiciliare ad anziani e disabili