Fatti

Montesano manipola i dati dei morti COVID. E Licia Ronzulli si arrabbia. Tantissimo | VIDEO

La discussione tra la senatrice di Forza Italia e l’attore che stava leggendo (mistificando la realtà per sostenere le sue tesi negazioniste) l’ultimo bollettino dell’Istituto Superiore di Sanità

Montesano

L’attore mistifica la realtà, per professione. Lo fa quando deve interpretare un ruolo, un personaggio che non risponde – per caratteristiche – alla sua vita. Lo fa quando deve rendersi protagonista di una rappresentazione scenica in un mondo della finzione. Ed è quello che ha fatto giovedì sera, in collegamento con Dritto e Rovescio (su Rete4), Enrico Montesano che – da fervente no vax (e tutte le declinazioni del negazionismo sulla pandemia) – ha deciso di sciorinare alcuni dati letti sul quotidiano “Il Tempo”, facendo tornare in auge quel vecchio concetto (inutile) che differenzia i “morti di covid” ai “morti con covid”. E nel teatro dello studio Mediaset è andata in scena la lite con la senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli.

Montesano litiga con Licia Ronzulli sui “morti di Covid”

L’attore, protagonista nei giorni scorsi di una comparsata sul “set” della manifestazione No Green Pass di Trieste, inizia a leggere i dati pubblicati dall’Istituto Superiore di Sanità nelle scorse settimane. Si tratta di numeri reali che, però, Montesano – così come fatto da Franco Bechis su “Il Tempo”, vengono estratti dal loro contesto. Con un solo intento: continuare ad ammiccare al pubblico no vax e no green pass e ai negazionisti della pandemia.

Perché sì, solamente il 3% dei decessi totali in Italia (con gli ultimi bollettini abbiamo superato quota 130mila) non aveva patologie pregresse e la causa primaria della morte è stata l’infezione da Sars-CoV-2. Ma questo significa poco o nulla. Il 97% delle persone decedute era affetto anche da altre malattie, ma il Covid ha contribuito a provocare la loro morte. Inutile, dunque, proseguire – come invece vuole fare Montesano – con la distinzione tra i “morti di e morti con Covid”, perché si tratta di un mero esercizio di negazionismo. Senza il virus, probabilmente, quelle vittime sarebbero ancora in vita. Lo sanno tutti, lo sanno bene anche a “Il Tempo”. Montesano, invece, forse no.

(da Zona Bianca, Rete4)