Fatti

“Credo abbia un problema di demenza senile”. E ora Montagnier querela Bassetti

La legale del biologo francese ha confermato la denuncia nei confronti del direttore di Malattie Infettive del San Martino di Genova

Montagnier querela Bassetti

Una frase pronunciata in un caldo giorno di fine estate a Sutri, sulla stesso palco condiviso con Vittorio Sgarbi, Luca Palamara e Pierpaolo Sileri. L’allusione a una possibile “demenza senile” pronunciata da un medico nei confronti di un biologo. E ora, dopo alcuni mesi di attesa, è arrivata la conferma di Luc Montagnier che querela Matteo Bassetti. A darne notizia è stata Tiziana Vigni, la legale che cura gli interessi del medico francese.

Montagnier querela Bassetti per la frase sulla “demenza senile”

La veridicità di questo filmato, comparso questa mattina sui social, è stata confermata dal portale Bufale.net che ha contattato la stessa avvocata che ha spiegato di aver depositato la querela nei confronti di Matteo Bassetti lo scorso 12 novembre. La decisione finale è arrivata alcuni mesi dopo l’episodio di Sutri, perché la legge consente di presentare denuncia per diffamazione entro tre mesi dall’evento in discussione. Ora, dunque, si adirà alle vie legali tra due personaggi che – negli ultimi tempi – si sono più volte attaccati a vicenda.

E in quel caldo 23 agosto nella piazza di Palazzo Doebbing a Sutri, Matteo Bassetti ci andò giù pesante per definire l’atteggiamento di Luc Montagnier sui vaccini.

“Anche i premi Nobel rincoglioniscono. Credo abbia un problema di demenza senile”. E in un altro passaggio del suo intervento, il medico genovese aveva anche rincarato la dose: “Farebbe bene a spingere la carrozzina dei suoi nipoti”. Parole che non sono passate inosservate e, fin da allora, avevano aperto un forte dibattito sui social. Una questione che si risolverà in tribunale – ricordando che il direttore del reparto Malattie Infettive del San Martino ha già in ballo, questa volta come parte offesa, una denuncia presentata nei confronti di Gianluigi Paragone dopo l’accusa in diretta di essere un “figlio di papà” – dopo la decisione presa da Luc Montagnier di querelare Matteo Bassetti.