Fatti

Miss Sorriso Umbria ha denunciato gli hater razzisti che l'avevano insultata sui social

neXt quotidiano|

anna giulia fossatelli miss italia umbria

Si è rivolta alla Digos, Anna Giulia Fossatelli, per denunciare gli insulti e le minacce anonime ricevute sui social al suo annuncio di partecipazioni alle pre-finali di Miss Italia. Bersagliata per la sua carnagione olivastra da razzisti che la invitavano a “partecipare al concorso del Paese d’origine”, oltre ad accusarla di essere “meticcia”. “In Umbria non c’erano ragazze italiane da premiare?”, chiedeva qualcuno polemizzando con il titolo di Miss Sorriso Umbria, vinto da Fossatelli. Peccato che lei sia italianissima, originaria di Terni.

Miss Sorriso Umbria denuncia gli hater social

La diciottenne studentessa del liceo classico che vorrebbe diventare una presentatrice sportiva non ha lasciato cadere la vicenda nel dimenticatoio, anzi ha denunciato il tutto prima sui social e poi alle autorità. Alla Digos ha spiegato di aver ricevuto dallo stesso profilo social anche messaggi privati, sempre a sfondo razzista, indirizzati anche ai suoi genitori. Commenti carichi di odio che l’hanno messa in agitazione: “All’inizio ho provato rispondere con garbo e ironia – ha fatto sapere – e anche le mie amiche commentavano, scherzavano. Ma poi ho iniziato a preoccuparmi”. La sua carnagione, che aveva scandalizzato i retrogradi perché non rientrava nei loro canoni di “italianità”, è dovuta all’origine calabrese dei suoi nonni.

Gli insulti ad Anna Giulia Fossatelli

“Sei mezza araba”, “Anche se hai un cognome italiano, non lo sei italiana, sei una meticcia”, “Sisi, è la tipica italiana di Turchia”, alcuni degli insulti che le sono stati rivolti. “Io sono italianissima – aveva replicato Fossatelli – però il fatto che mi ha infastidito è che ragazze magari con origini straniere debbano ricevere questo tipo di messaggi nel 2021, ma purtroppo bisogna fare i conti anche con questa realtà. Ovviamente a me questo episodio non interessa e non condizionerà assolutamente il mio percorso a Miss Italia però è un accaduto spiacevole che, per una ragazza con un carattere più fragile, potrebbe essere molto pericoloso”.