Politica

Boschi & C: i nomi dei possibili ministri del nuovo governo

Chi entra e chi esce nella squadra dei ministri su cui verte la trattativa per il nuovo governo?

boschi lilli gruber video mascherina otto e mezzo

Chi entra e chi esce nella squadra dei ministri su cui verte la trattativa per il nuovo governo? Maria Elena Boschi sembra data da tutti come probabile nuovo ministro. Il nome del ministro dell’Economia Roberto Gualtieri è il primo su cui Italia Viva ha messo una taglia. Ma Gualtieri, che tutti a parte Renzi vogliono lasciare esattamente dove sta, Da chi potrebbe essere sostituito? Renzi a Fico ha chiesto due ministeri, a scelta tra Economia, Istruzione, Infrastrutture e Lavoro. Ecco qualche tecnico papabile per il MEF, secondo il Corriere:

Candidati politici all’altezza non se ne vedono, mentre sui tecnici (Draghi a parte), circolano l’ipotesi di Fabio Panetta, ex direttore generale della Banca d’Italia, oggi nel Comitato esecutivo della Bce (un nome che potrebbe mettere d’accordo tutti) e quello di Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate. Colpisce, però, l’endorsement pieno arrivato a Gualtieri dal numero uno di Confindustria, Carlo Bonomi: «Per il bene del Paese alcune persone devono restare e faccio riferimento al ministro dell’Economia. Se abbiamo il Recovery fund è merito suo». Gli altri due ministeri sotto il tiro deirenziani sono l’Istruzione, della «contiana» Lucia Azzolina, e quello della Giustizia. L’annunciata relazione del ministro Alfonso Bonafede (poi non votata per le dimissioni di Conte) è stata la scintilla della crisi. Il Guardasigilli, e il suo giustizialismo estremo, non sono graditi al Pd eaparte del Movimento. Bonafede potrebbe essere dirottato e diventare capogruppo M5S: tra i sostituti possibili ci sono Sabino Cassese, il procuratore di Milano Francesco Greco (che però è titolare di un’inchiesta sulla Lega), l’ex presidente della Consulta Marta Cartabia e Andrea Orlando. Ma il nome più forte pare essere quello di Paola Severino, che fu già Guardasigilli nel governo Monti.

Maria Elena Boschi potrebbe finire alle Infrastutture, poltrona strategica per i miliardi del Recovery Fund in arrivo. Oltre a Bonafede è a rischio anche Nunzia Catalfo, che potrebbe essere sostituita dai Dem Andrea Marcucci o Debora Serracchiani. GLi Europeisti avrebbero un ministero e i rumors indicano Tabacci alla Famiglia. Per quanto riguarda il Partito Democratico il vicesegretario Andrea Orlando potrebbe far parte della squadra di governo come vicepremier, Guardasigilli o sottosegretario con delega al Recovery. Infine il nodo Di Battista. Se tornasse a più miti consigli sul veto a Renzi e Italia Viva Dibba punterebbe a Innovazione o Ambiente.