Opinioni

L'esplosione nella metro di San Pietroburgo

metro san pietroburgo

Un’esplosione è avvenuta nella linea blu della metropolitana di San Pietroburgo. Lo riportano diversi media russi. Lo scoppio sarebbe occorso all’interno di un vagone e stando alle prime informazioni ci sarebbero delle vittime. Non è chiaro al momento quale siano le cause dell’esplosione. Ci sarebbero anche dei feriti. La TASS parla di dieci morti e 50 feriti in una esplosione. Si parla anche di due bombe. A causare le esplosioni nella metro di San Pietroburgo sono stati degli ordigni artigianali con circa 200-300 grammi di tritolo: lo sostiene l’agenzia Interfax citando proprie fonti. Il comitato russo antiterrorismo parla di nove morti e venticinque feriti.

L’ordigno esplosivo alla metro di San Pietroburgo conteneva schegge, lo ha detto la televisione Rossia 24. Secondo “Life”, l’esplosione è avvenuta in una nella stazione Sodovaja (Садовая). Oggi nella Capitale degli zar si trova il presidente russo Vladimir Putin per un forum sui media. Tre stazioni sono state chiuse. Secondo Ntv ci sono morti. Su alcune foto pubblicate sui social media si vede un vagone della metro sventrato dall’esplosione a San Pietroburgo e corpi sulla banchina. Non è chiaro al momento se ci siano dei morti, ma vi sono informazioni di feriti. Secondo Rossiya 24, vi è fumo in due stazioni.


Nella metropolitana di San Pietroburgo è stata trovato un’altra bomba, questa volta inesplosa, in un’altra stazione della metropolitana: Ploshchad Vosstania. Lo riporta il portale Fontanka sulla sua pagina Facebook. I servizi di soccorso locali hanno detto all’agenzia di stampa TASS che stavano rispondendo a una segnalazione che riguarda del fumo, ma non hanno potuto fornire alcun dettaglio. Alcune delle immagini mostrano diversi corpi che giacevano accanto alla vettura danneggiata.
metro san pietroburgo 1
Il sito Russia Today pubblica anche le foto ed i video che stanno circolando sui social media che mostrano un vagone della metropolitana sventrato e il denso fumo all’interno della stazione di Sennaya Ploshchad dove sarebbe avvenuta l’esplosione, secondo le fonti della polizia citate dalla Tass.


Le stazioni della metro interessate dalle esplosioni a San Pietroburgo sono Sennaya Ploshchad e Teknologicheskiy Insitut. Sette fermate sono state chiuse e sono in corso le operazioni di evacuazione. Stando testimoni citati in un aggiornamento diffuso sul portale online dell’agenzia ‘Ria Novosti’, le deflagrazioni sono avvenute nelle stazioni Technologhiceskij Institut e Sennaja Ploschad. I media russi fanno notare che l’esplosione e’ avvenuta 15 minuti prima della fine del forum a cui stava partecipando il capo di Stato. Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha detto che Putin e’ stato informato dell’accaduto.

Putin è stato immediatamente informato, secondo il suo portavoce Dmitri Peskov, e ha chiamato i servizi di sicurezza interni Fsb. Successivamente il comitato anti terrorismo ha evacuato la metropolitana di San Pietroburgo, che è considerata anche una meta turistica per alcune stazioni considerate tra le più belle al mondo. “Voglio esprimere il mio più sincero rammarico ai parenti delle vittime. Ho già parlato con i capi dei servizi. Con il direttore del FSB. I corpi di polizia e servizi speciali sono al lavoro, faranno di tutto al fine di individuare le cause dell’incidente, per dare una valutazione completa di quello che è successo”, ha detto Putin mentre concludeva un incontro con il presidente bielorusso Alexander Lukashenko. I