Politica

Iraq, Meloni in uniforme riceve gli omaggi dei soldati italiani: "Dovrei essere più militare, più dignitosa".

Asia Buconi|

iraq meloni uniforme

Oggi la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni è in visita a Baghdad, in Iraq, dove ha incontrato l’omologo Mohammed Shia Al Sudani e l’ambasciatore italiano Maurizio Greganti. Poi, la visita della Premier in uniforme mimetica alla base militare Union 3, sede dei comandi della missione Nato e della Coalizione anti-Daesh. Qui Meloni ha fatto visita al comandante della missione, il generale Giovanni Maria Iannucci, a una rappresentanza di militari italiani presenti e al personale del contingente italiano in Iraq.

“Sono davvero molto lieta di essere oggi qui in Iraq in quello che rappresenta la mia prima missione bilaterale fuori dall’Europa – ha esordito la Premier – l’Iraq è un Paese amico che ha dimostrato ancora una volta di credere nella democrazia con la recente formazione del governo”. “L’Iraq – ha continuato Meloni – è una Nazione che ha compiuto importanti passi avanti sul piano della sicurezza e della stabilità politica e che dal nostro punto di vista può guardare con ottimismo alla ricostruzione. L’Italia è da sempre in prima linea nel sostenere l’Iraq a 360 gradi. Lo facciamo anche nel quadro della Coalizione Anti Daesh: perché non vi può essere stabilità e prosperità in Medio Oriente senza un Iraq forte. L’Italia è stata sempre al fianco dell’Iraq nella sua rinascita”.

Meloni ha pure espresso apprezzamento per la decisione del governo dell’Iraq di istituire la giornata del 25 dicembre come festa nazionale, in modo da permettere a chi lo desidera di festeggiare il Natale: “Lo considero – ha detto la Premier – un importante segnale di grande responsabilità e di rispetto per i Cristiani presenti nel Paese. Ringrazio sentitamente il Primo Ministro della Repubblica dell’Iraq, Mohammed Shia al-Sudani per questa scelta”.

Meloni in Iraq in uniforme riceve i doni dei militari e si commuove

Nel corso della visita ai militari italiani di stanza a Erbyl, la Presidente del Consiglio ha ricevuto in dono un tricolore con le firme di tutti i soldati e un mosaico con la sua immagine in cui ogni tessera ritrae il volto di un componente del contingente italiano in Iraq. Regali, questi, che hanno fatto commuovere la Premier, che ha ironizzato: “Dovrei essere più militare, più dignitosa”.

Poi, rivolgendosi ai militari, Meloni ha detto: “L’Italia è orgogliosa del lavoro che fate, nei giorni nei quali normalmente chi lavora fuori casa torna in famiglia voi non potete farlo… Ma quella famiglia vi vede, non è solo la vostra famiglia, è la patria. Credo che la patria in giorni come questi debba esserci, per dirvi che la credibilità, la fierezza, l’affidabilità che l’Italia può vantare nel mondo, che la rendono più rispettata, rispettabile e più ricca, camminano sulle vostre gambe, sul vostro esempio, sui vostri sacrifici”.

Fonte foto: Twitter