Fatti

Dopo Putin anche Medvedev minaccia: “Anche armi nucleari per difendere i territori annessi”

@Giordana Battisti|

medvedev

Uno dei più fedeli sostenitori di Vladimir Putin, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa, Dmitry Medvedev, ha rilasciato delle dichiarazioni su un probabile uso delle armi nucleari da parte della Russia.

Le dichiarazioni di Putin e Medvedev sulle armi nucleari

Putin aveva già fatto intendere nel discorso alla Nazione che avrebbe utilizzato le armi nucleari qualora l’integrità nucleare della Russia fosse minacciata. Nello stesso discorso, Putin ha annunciato una mobilitazione militare parziale in Russia che ha avuto delle conseguenze immediate, tra cui il crollo della borsa di Mosca. A poche ore di distanza dalla messa in onda del discorso si è registrato un aumento di ricerche su Google su come lasciare la Russia e sono stati venduti molti biglietti per voli diretti a Istanbul o in Georgia. Riguardo all’utilizzo delle armi nucleari, Putin ha detto: «Useremo certamente tutti i mezzi militari a nostra disposizione. Coloro che cercano di ricattarci con armi nucleari dovrebbero sapere che le abbiamo anche noi». Il presidente della Federazione russa ha anche annunciato di aver disposto l’aumento dei volumi di produzione dell’industria militare e ha attaccato l’Occidente dicendo: «Nella sua aggressiva politica anti-russa l’Occidente ha superato ogni limite».

Medvedev ha detto invece che la Russia userà «qualsiasi arma, comprese quelle nucleari» per difendere i territori che verranno annessi tramite i referendum, tra cui le autoproclamate repubbliche autonome del Donbass, Lugansk e Donetsk. Sul suo canale Telegram, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza ha scritto: «Si terranno referendum e le repubbliche del Donbass e altri territori saranno accettati in Russia. La protezione di tutti i territori che avranno aderito sarà notevolmente rafforzata dalle forze armate russe. La Russia ha annunciato che non solo le capacità di mobilitazione, ma anche qualsiasi arma russa, comprese le armi nucleari strategiche e le armi basate su nuovi principi, potrebbero essere utilizzate per tale protezione».