Fatti

Putin e la "mobilitazione parziale" della Russia: "Ci proteggeremo con ogni mezzo" | VIDEO

@neXt quotidiano|

putin video mobilitazione parziale

“Mobilitazione parziale” per “difendere la patria, la sua sovranità, la sua integrità territoriale e la sicurezza dei suoi cittadini”. L’annuncio di Vladimir Putin, durante un intervento trasmesso in diretta televisiva è in diretto riferimento al conflitto armato in corso in Ucraina. Il presidente russo ha infatti aggiunto: “Se l’integrità territoriale del nostro Paese sarà minacciata, useremo qualsiasi mezzo necessario per difendere la Russia e il suo popolo; questo non è un bluff”.

Putin e la “mobilitazione parziale” della Russia: “Ci proteggeremo con ogni mezzo” | VIDEO

Al via quindi da oggi la “mobilitazione parziale” dei riservisti in Russia: Putin ha giustificato la decisione annunciata durante il discorso trasmesso in tv con l’obiettivo “di difendere il nostro territorio, il nostro Paese”. Per Putin “l’obiettivo dell’Occidente, che non vuole la pace in Ucraina, è l’indebolimento e la distruzione della Russia” come già avvenuto con l’Unione Sovietica. Quanto all’attacco all’Ucraina, “gli obiettivi principali dell’operazione speciale rimangono invariati”, una operazione che “era necessaria per combattere i nazisti e liberare il Donbass, oggi quasi completamente liberato”.

Putin ha poi ribadito il “sostegno ai popoli” delle quattro regioni che dovrebbero tenere un referendum per l’annessione a Mosca: “La Russia farà di tutto per garantire lo svolgimento dei referendum”. Il presidente russo ha quindi lanciato un minaccioso richiamo sul ricorso alle armi nucleari: “Nella sua aggressiva politica anti-russa, l’Occidente ha superato ogni limite”. Lo ha detto Vladimir Putin nel suo discorso in tv. Il presidente russo ha detto che userà “tutti i mezzi a nostra disposizione” e che coloro che stanno cercando di usare il ricatto nucleare contro la Russia scopriranno che le carte in tavola possono essere rivoltate contro di loro. “Non sto bluffando”, ha aggiunto.

Le reazioni al discorso di Putin

“L’essere tornato sulla promessa di non mobilitare parte della popolazione e l’annessione illegale di parte dell’Ucraina sono un’ammissione del fallimento della sua invasione”. ha commentato il ministro della Difesa britannico, Ben Wallace: “Lui ed il suo ministro della Difesa hanno mandato decine di migliaia dei loro concittadini a morte, male equipaggiati e mal comandati. In nessun modo minacce e propaganda possono nascondere il fatto che l’Ucraina sta vincendo la guerra, che la comunità internazionale è unita e che la Russia sta diventando un paria globale”. Giorgia Meloni parla di mossa disperata: “Ho letto le fasi salienti del discorso di Putin alla nazione e la mia impressione è che dimostri da parte della Russia e del presidente Putin una grandissima difficoltà in Ucraina. Una mossa abbastanza disperata, che dal mio punto di vista precede due azioni.I referendum farsa, per annettere i territori ucraini occupati in modo da poter utilizzare qualsiasi mezzo per difendere i propri confini, cercare di fermare un’avanzata ucraina che la Russia non aveva previsto”.