Opinioni

Matteo Salvini oggi è… economista!

Il presidente dellagggente Matteo Salvini gliele canta forte e chiaro a questi dell’ISTAT che rubano sui dati del lavoro per fare piacere a Irrenzi. E siccome a lui non la si fa eccolo commentare i dati sul lavoro di oggi raccontati da Repubblica con il piglio funzionale dello sveglione di ritorno. «Aumenta la disoccupazione ma va tutto bene perché dipende dal calo di quelli che cercano lavoro… Comiche renziane!», dice Salvini, evidentemente interpretando a modo suo il sommario che recita “Aumentano gli occupati, calano gli inattivi“.
matteo salvini economista
Salvini ovviamente sbaglia: «Secondo la definizione standardizzata dall’International Labour Oganization (ILO), adottata da tutti gli istituti statistici di tutti i paesi del mondo, Gli inattivi comprendono le persone che non fanno parte delle forze di lavoro e cioè non lavorano e non sono in cerca di un’occupazione (disoccupati) (Ingenere)». Se calano gli inattivi, cala chi NON cerca lavoro, non chi lo cerca. Al tweet di Salvini manca un “non” per essere corretto: “Aumenta la disoccupazione ma va tutto bene perché dipende dal calo di quelli che NON cercano lavoro” (infatti gli inattivi calano). Su Twitter c’è chi tende a far notare la topica:
matteo salvini economista 2
matteo salvini economista 1
Ma è importante sottolineare che nonostante la palese stronz… inesattezza, lagggente non ci crede e difende il suo presidente:
matteo salvini economista 3
E questo non può non far venire in mente un aneddoto. Tempo fa un certo direttore nominato responsabile di tutte le testate regionali della RAI (avete presente? Quelle che si occupano della politica e dell’economia regionale e locale, ma anche della rottura della fontanella comunale, dell’ultima sagra della porchetta, dell’eroico salvataggio del cucciolo finito sull’albero da parte dei vigili del fuoco) voleva cambiare la sigla dei TG e decise, dall’alto della sua superiore cultura, di proporre un brano classico come il “Così parlò Zarathustra” di Richard Strauss. Sì, proprio quello che c’è in apertura di 2001 Odissea nello spazio e che fa Zum zum zum zum zum zum zum.

Inutilmente i giornali dell’epoca – in particolare lo fece Cuore – scrissero che annunciare la sagra della porchetta con lo Zarathustra di Strauss per carità, forse donava autorevolezza alla porchetta ma inevitabilmente generava un effetto comico involontario non indifferente. Ecco, certe uscite dei tanti fans dei presidentidellaggente come Salvini (nella politica italiana ce ne sono tanti) ricordano un po’ quel direttore della RAI e, insieme, la scena iniziale di 2001 Odissea nello spazio: ah, abbiamo torto? Non importa. Non ne possiamo più lo stesso de sti professori del cazzo, de sti giornalisti servi e de sti politici infami. Zum zum zum zum zum zum zum zum.
matteo salvini economista 4