Opinioni

Matteo Renzi non ha mai detto che se perde stavolta se ne va davvero

In caso di sconfitta “mi pare evidente che stavolta me ne andrò davvero”: lo avrebbe detto Matteo Renzi, candidato alle primarie Pd, in una intervista a Panorama in edicola domani. “Le primarie? Restano un forte messaggio – si legge in alcuni stralci anticipati dal settimanale – per certificare il consenso di un leader. Sarei per farle a livello europeo”, dice il settimanale di Mondadori. La frase è finita subito nell’agone politico, tra chi sottolineava che l’ex premier aveva annunciato l’addio alla politica anche in caso di sconfitta al referendum, ripiegando poi sul “semplice” addio a Palazzo Chigi, e chi spiegava che invece Renzi si riferiva a un addio al Partito Democratico in caso di sconfitta alle primarie, magari con costruzione di un altro partito di centro destinato ad allearsi con Forza Italia.
Matteo Renzi offre il gelato ai giornalisti alla fine del Consiglio dei Ministri
Ma Renzi ha fatto sapere che la frase anticipata da Panorama non è corretta: “Con tutta l’amicizia per Andrea Marcenaro (l’intervistatore, ndr), non ho mai detto ciò che Panorama ha riportato. Non l’ho detto e stavolta non l’ho nemmeno pensato. Gli ho spiegato a pranzo per un’ora perché non ho mollato e a questo punto non mollerò mai”. La smentita era stata anticipata da Michele Anzaldi: “Le anticipazioni di Panorama sono un pesce d’aprile a scoppio ritardato? Basta leggere il resoconto testuale dell’intervista rilasciata al settimanale per verificare che Matteo Renzi non ha mai pronunciato le parole che gli vengono attribuite”.
Nel pomeriggio arriva anche la precisazione di Panorama:

In merito alla dichiarazione di Matteo Renzi, Andrea Marcenaro, autore dell’intervista sul numero di Panorama da domani in edicola, precisa quanto segue: “Con tutta l’amicizia per il presidente Renzi, ho riportato pianamente il colloquio: ‘Questa volta sarei tornato alla politica solo con i voti’. Senza voti niente impegno politico? ‘Mi pare evidente’. A me pareva scontato. Non vedo dove sia la notizia, né lo scandalo”.