Opinioni

Marine Le Pen parla di Salvini, dobermann e gattini

Marine Le Pen ha rilasciato oggi un’intervista a Maria Latella sul Messaggero, nella quale torna sulla storia del dobermann che ha ucciso la sua gatta e parla anche di Matteo Salvini, definendo invece Beppe Grillo un opportunista:

«Sì, è vero. L’aggressione del dobermann di mio padre è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: amo molto gli animali, non potevo più vivere in una casa dovei miei gatti sono in pericolo. Ma sul cambiamento di casa hanno influito anche altre ragioni: meditavo da tempo di trasferirmi altrove».
Lei ha solo gatti?
«Ho quattro gatte e nessun cane.Il dobermann è di mio padre. Era sempre stato buono, prima di quel che è successo».
Torniamo all’Europa. Lei fa squadra con la Lega di Matteo Salvini che di recente ha virato a destra.
«Con Matteo Salvini il rapporto è eccellente. La Lega ha davanti a sé un grande avvenire».

Leggi sull’argomento: La storia del gatto di Marine Le Pen divorato dal dobermann del padre