Cultura e scienze

Maria Giovanna Maglie in RAI e l’imitazione di Francesca Reggiani

maria giovanna maglie francesca reggiani

Mentre Maria Giovanna Maglie si appropinqua a piazzarsi sullo spazio nel palinsesto che fu di Enzo Biagi, Nanni Delbecchi del Fatto Quotidiano compie un’operazione di amarcord meravigliosa intervistando Francesca Reggiani, attrice della Tv delle Ragazze che all’epoca forniva un servizio pubblico di altissimo livello con la sua imitazione della corrispondente dall’America del Tg2 di Alberto La Volpe e tornando sulla storia delle fatture, per la quale la Maglie venne assolta.

“L’idea nacque all’istante a me e a Serena Dandini, all’indomani del celebre fuorionda di Blob in cui Maria Giovanna Maglie diceva testuale “adesso mi vedete così,ma se smetto di bere divento una tale STRAfiga…”.

L’autostima non le è mai mancata.
Me la ricordo come una delle imitazioni più facili, veniva quasi da sé. Una ammirevole naturalezza da parte del suo ego, a me bastava un trucco alla Joker, fondotinta bianco e ombretto nero, poi tutti gli impegnativi completi di alta moda.

Tipica grandeur STRAcraxiana. Alla fine scoppiò lo scandalo delle false fatture per decine di migliaia di dollari rimesse alla Rai. Questa però non era satira, era uno scandalo vero.
Certo, la Maglie incarnò alla grande l’immagine del giornalista privilegiato, il rappresentante di una casta che non solo non si vergognava dei suoi benefici, ma era orgoglioso di sbandierarli.

Strano che un simile personaggio venga rispolverato in pieno populismo galoppante.
Questo bisogna chiederlo a chi lo sta rispolverando.

E siccome un amarcord non viene bene se non è fatto fino in fondo, ecco uno sketch dell’epoca:

Per quelli futuri ci stiamo attrezzando.

Leggi sull’argomento: Maria Giovanna Maglie: il ritorno in RAI dopo le spese pazze