Opinioni

Il manichino anoressico che diventa virale

Lei si chiama Becky Hopper e da qualche giorno con la sua amica Georgia Bibby stanno facendo passare un brutto quarto d’ora ai responsabili del grande magazzino Topshop. Tutta colpa di un tweet di Becky che fotografa la sua amica Georgia, normale ragazza britannica di vent’anni, a confronto con il magrissimo manichino che usa Topshop nel suo negozio. L’intento di Becky è chiaramente quello di protestare contro il modello di eccessiva magrezza che propaganda la catena commerciale con l’uso di un manichino del genere. Da Twitter a Facebook a tutti sembra molto, e lo testimoniano i settemila retweet finora ricevuti dal tweeet di Becky.


La Hopper, che studia storia all’università di Hull, è stata invitata alla tv insieme a Georgia per parlare della storia mentre Topshop non ha ancora rilasciato commenti sull’accaduto. Il manichino, ha fatto sapere la Bibby un paio d’ore fa, è ancora lì.