Attualità

Madame e la partecipazione al concerto di capodanno e al festival di Sanremo: cosa rischia?

La cantante è attesa al concerto di capodanno a Roma e al festival di Sanremo. La sua partecipazione per il momento non è stata revocata

neXt quotidiano|

madame

Per la cantautrice Madame si ipotizza il reato di falso ideologico ai danni del sistema sanitario nazionale perché indagata nell’inchiesta della procura di Vicenza sulle finte vaccinazioni contro il coronavirus. Madame è stata scelta dal Comune di Roma per esibirsi la sera del 31 dicembre insieme a altri artisti durante il concerto di capodanno al Circo Massimo. Alessandro Onorato, assessore al Turismo e ai Grandi eventi, ha fatto sapere che per il momento non sono previste modifiche al programma della serata. Il concerto è a ingresso gratuito ed erano sorte già alcune criticità riguardanti la capienza in quanto si stima la presenza di circa 50 mila persone. Infatti inizialmente il concerto doveva tenersi ai Fori Imperiali ma si è dovuto optare per il Circo Massimo. La presenza di Madame apre un altro problema che riguarda il possibile danno di immagine per il Comune e le persone che si occupano dell’organizzazione dell’evento.

La partecipazione di Madame al concerto di capodanno rischia di “mettere in imbarazzo” la giunta comunale?

Negli ultimi giorni sono emerse anche alcune polemiche legate alla partecipazione di Madame al prossimo festival di Sanremo, che si terrà a febbraio. Madame non ha rilasciato dichiarazioni a riguardo e la Rai, come il Comune di Roma, ha scelto per il momento di non commentare l’accaduto né di escludere Madame dalla gara. Secondo La Repubblica è comunque improbabile che questo accada perché la cantante non è «sotto contratto con la Rai», quindi «la tv pubblica non può applicare il codice etico» come ha fatto invece, per esempio, con Memo Remigi.

Come riporta oggi La Repubblica, la partecipazione al concerto di capodanno di un’artista «che non solo avrebbe rifiutato la vaccinazione, ma per avere il green pass avrebbe anche ingannato lo Stato, appare distante anni luce dalle idee del sindaco Gualtieri e del resto della giunta». Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha sempre sottolineato la propria posizione a favore dei vaccini contro il Covid. Durante il suo giuramento aveva detto: «Vaccinarsi è fondamentale per proteggere la propria vita e quella degli altri.