Attualità

La pezza confusa di Lucia Annunziata sugli ucraini in Italia che sa di nuova gaffe | VIDEO

neXt quotidiano|

Lucia Annunziata

“La comunità ucraina in Italia è molto larga, è una comunità che, tuttavia, non ha il miglior trattamento, è una comunità che fa i lavori più umili, per noi molto utili, soprattutto per i nostri vecchi e le nostre case, una comunità sicuramente non trattata benissimo, insomma, no?!“. Dopo la lettera di scuse per le parole pronunciate in un fuorionda in cui Lucia Annunziata definiva i membri della comunità ucraina in Italia “camerieri e badanti”, ieri durante lo speciale Tg3 la giornalista è incappata di nuovo in uno scivolone comunicativo. La generalizzazione “fa i lavori più umili” e l’espressione “per i nostri vecchi” hanno lasciato nuovamente perplessi gli spettatori. Al suo fianco c’era nuovamente Antonio Di Bella, che in occasione della prima gaffe aveva aggiunto “e amanti” alla lista di fattori che rendono noti gli ucraini in Italia.

La pezza confusa di Lucia Annunziata sugli ucraini in Italia che sa di nuova gaffe

Lucia Annunziata credeva probabilmente di avere l’audio del microfono staccato mentre Enrico Letta – parlando della comunità ucraina in Italia – interveniva nel corso dello speciale pomeridiano del Tg3 sulla guerra. “Qui in Italia in questo momento va alla comunità ucraina, fatta di centinaia di migliaia di persone integrate nel nostro Paese che sono tutte in una condizione terribile per il legame con i loro cari che lì stanno rischiando la morte”, ha dichiarato al microfono il segretario dem. Ma le sue parole sono state coperte da un’osservazione di Annunziata fatta dallo studio, alla quale Antonio Di Bella, ex direttore di Rai3 e attuale responsabile del daytime Rai che sedeva accanto a lei, ha aggiunto “e amanti”. Il video è stato diffuso sui social dal giornalista di Fanpage Ciro Pellegrino ed ha fatto rapidamente il giro del web.