Politica

Il dem Lorenzo Guerini è stato nominato presidente del Copasir

Asia Buconi|

guerini copasir

Finalmente, dopo un’interminabile serie di rinvii dovuta al mancato accordo tra le opposizioni (a cui spetta per legge la Presidenza dell’organismo), il Copasir si è riunito a Palazzo San Macuto e ha tenuto la prima seduta della XIX legislatura, quella dedicata all’elezione di presidente, vicepresidente e segretario.

A spuntarla è stato l’ex ministro della Difesa Lorenzo Guerini, esponente dell’ala riformista del Pd, eletto presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica alla prima chiama e pronto a succedere al meloniano Adolfo Urso, nominato nel frattempo ministro dello Sviluppo economico del Governo di Centrodestra.

Lorenzo Guerini alla guida del Copasir per la seconda volta. Vicepresidente Donzelli (FdI), segretario Rosato (Italia Viva)

Non è la prima volta che Lorenzo Guerini ricopre il ruolo di presidente del Copasir: era già stato alla guida dell’organismo nel corso della prima parte della scorsa legislatura. L’ex ministro della Difesa è stato eletto alla prima chiama dalla maggioranza assoluta dei componenti del Copasir (dieci parlamentari, metà deputati e metà senatori), ottenendo nove voti.

Qualora Guerini non avesse avuto la maggioranza assoluta, si sarebbe passati al secondo step, ovvero il ballottaggio tra i due più votati. In ogni caso, i membri scelti dai partiti per far parte dell’organismo (equamente suddivisi tra maggioranza e opposizione) sono:

  • Fdi, senatore Andrea Augello
  • Fdi, deputato Giovanni Donzelli
  • Fdi, deputato Angelo Rossi
  • Lega, senatore Claudio Borghi
  • Fi, senatrice Licia Ronzulli
  • Pd, senatore Enrico Borghi
  • Pd, deputato Lorenzo Guerini
  • M5s, senatore Roberto Scarpinato
  • M5s, deputato Marco Pellegrini
  • Terzo polo, deputato Ettore Rosato

Nessun incarico ai vertici per il Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte: a ottenere il ruolo di vicepresidente del Comitato è stato Giovanni Donzelli, esponente di FdI e vicinissimo a Giorgia Meloni, mentre è stato nominato segretario l’ex vicepresidente della Camera Ettore Rosato di Italia Viva.

Dopo quello della scorsa settimana, anche stamane si parlava di un nuovo slittamento di almeno 24 ore per la seduta in programma oggi a Palazzo San Macuto. Ma la quadra trovata dall’opposizione sul nome del dem Lorenzo Guerini, alla fine, ha retto, il che non era scontato. Accanto all’ex ministro della Difesa, il Pd aveva indicato per la guida del Comitato anche il nome di Enrico Borghi, mentre i 5 Stelle avevano proposto Roberto Scarpinato e Marco Pellgrini e il Terzo Polo Ettore Rosato.