Opinioni

Se l'odio non è né di destra né di sinistra ma grillino

@David Puente|

Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera dei Deputati, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera il 9 luglio si dimostra preoccupato per gli attacchi subiti dalla neo sindaco di Roma Virginia Raggi:

Corsera: Lei è partito per il suo viaggio con la giunta di Roma appena varata, ma non c’è il pericolo che troppa litigiosità interna metta a rischio il lavoro della sindaca?
Luigi Di Maio: «No, a me spaventa solo l’odio verso Virginia Raggi da parte dei media e di alcuni politici. Penso per esempio alle parole di De Luca sulla giustizia divina. Ormai è un tutti contro Raggi che deve finire il prima possibile. All’estero sto solo ricevendo complimenti per quanto accaduto. Credo che i cittadini abbiano chiesto un presidio di legalità: un primo atto importante sta nelle competenze tecniche della giunta».

Di Maio è preoccupato e spaventato per l’odio nei confronti della Raggi, mi domando tuttavia se si renda conto dell’odio che c’è all’interno dello stesso Movimento 5 Stelle.
Un noto gruppo Facebook chiamato “

Il post di Giuseppe

Guardateli bene perché quando governerà il Movimento 5Stelle saranno tutti ospiti nelle Patrie Galere“, scrive Giuseppe nel suo intervento di apertura pubblicando le foto di diversi politici avversi al Movimento 5 Stelle, ma ciò che dovrebbe preoccupare tutti sono i contenuti e le reazioni dimostrate nei commenti dei membri del gruppo.
Commenti - Parte 1
Commenti – Parte 1

Ma in galera..ci sono i forni!!???” scrive
Commenti – Parte 2

“UCCIDETELI !! PARASSITI BASTARDI COMUNISTI DI MERDA!!!!!” scrive
Commenti – Parte 3

Alcuni di queste persone sono amici di miei conoscenti che fanno parte del Movimento 5 Stelle. Di Maio si preoccuperà per gli interventi dei media e dei politici nei confronti della Raggi, ma dovrebbe preoccuparsi di chi si ritrova in casa e come mai ci son finiti (un po’ troppo populismo?). Se tali commenti fossero rivolti alla Raggi e i suoi come reagirebbe?
ONESTÀ !! SVEGLIA!!1!11