Attualità

L’italiano sulla Diamond Princess contagiato dal Coronavirus COVID-19

Marco e gli altri sono stati imbarcati in una cabina isolata dell’aereo protetta da un protocollo di sicurezza aggiuntivo. Non è il solo ad avere legami con altri Paesi

diamond princess

Si chiama Marco C. ed ha 55 anni l’italiano che era bordo della Diamond Princess ed è risultato positivo al Coronavirus Covid-19. Pur essendo nella lista dei 35 italiani a bordo della Diamond Princess, la nave da crociera in quarantena nella baia di Yokohama dal 3 febbraio, Marco non ha chiesto l ’assistenza delle autorità italiane e ha deciso di salire sul volo charter destinato agli americani con la moglie che è cittadina statunitense.

L’italiano contagiato dal Coronavirus COVID-19

Marco e gli altri sono stati imbarcati in una cabina isolata dell’aereo protetta da un protocollo di sicurezza aggiuntivo. Non è il solo ad avere legami con altri Paesi. Scrive il Corriere da fonti della Farnesina che due hanno doppio passaporto australiano mentre un altro è sposato con una giapponese.  Sarà sottoposto a cure in un centro di San Antonio. Spiega oggi Repubblica che per gli altri italiani in quarantena sulla Diamond Princess, invece, sono ore di attesa:

La situazione a bordo si è fatta drammatica: i contagiati trasferiti d’urgenza in ospedale sono saliti a 454 su 3.711, tra passeggeri ed equipaggio. Sulla nave rimangono 34 italiani: 25 fanno parte dell’equipaggio, 9 sono turisti. L’unità di crisi della Farnesina, insieme con i ministeri della Salute e della Difesa e le autorità nipponiche stanno organizzando la missione di recupero, compreso il trasferimento con mezzi dell’esercito dalla banchina di Yokohama fino all’Haneda Airport di Tokyo. Si vuole a tutti i costi «evitare un’altra Westerdam», la nave attraccata in Cambogia ieri, da cui sono state fatte sbarcare 1.200 persone prima che la scoperta di un caso di contagio scatenasse la ricerca di tutti i passeggeri sparsi nel Paese.

diamond princess
Diamond Princess: la nave da crociera in quarantena in Giappone (La Repubblica, 8 febbraio 2020)

Non c’è ancora una data per il decollo del boeing da Pratica di Mare. Si ipotizza giovedì o venerdì, ma non è certo. Comunque, non torneranno tutti gli italiani, e non torneranno da soli. Undici ufficiali dell’equipaggio, infatti, vogliono rimanere sulla Diamond Princess fino al termine della quarantena, compreso il comandante sorrentino Gennaro Arma. Ci sono poi due turisti che non vivono in Italia (uno è residente a Tokyo, un’altra in Australia): a conti fatti, se ai controlli in aeroporto non presenteranno sintomi, saranno in ventuno a rimpatriare. Il velivolo dell’Aeronautica può ospitare fino a 70 posti, è quindi probabile che daremo un passaggio ad altri passeggeri comunitari della Diamond Princess, ma è ancora da stabilire se li porteremo direttamente a Pratica di Mare oppure se sarà fatto uno scalo intermedio in un Paese europeo.

Una volta sbarcati dovranno andare comunque in quarantena.