Opinioni

Libero e la fregnaccia di Arcuri che smentisce Speranza sui 13 milioni di vaccini

Tanto per cambiare Libero racconta mezza verità. Su Arcuri, ieri ospite a mezzora in più. Il quotidiano titola: “Mezz’ora in più, Domenico Arcuri smentisce Speranza sui vaccini: il governo affonda dalla Annunziata”.

Il governo si contraddice da solo. “Entro la fine di marzo – ha detto spavaldo Domenico Arcuri da Lucia Annunziata a Mezz’ora in più su Rai3 – saranno vaccinati 6 milioni di italiani”. Una cifra tutt’altro che assicurante quella detta dal tronfio commissario per l’emergenza coronavirus. Il motivo? Roberto Speranza.

Libero poi cita un’intervista rilasciata dal ministro della Salute Roberto Speranza a La Stampa qualche giorno fa. Il ministro spiegava che ad aprile gli italiani già vaccinati contro il Coronavirus sarebbero potuti essere 13 milioni. Un numero diverso da quello che Arcuri ha annunciato dalla Annunziata. Ma c’è un perché grosso come una casa farmaceutica dietro. Infatti le parole di Speranza ponevano una condizione essenziale per arrivare alla fatidica cifra dei 13 milioni:

“se arriva subito al traguardo anche AstraZeneca, entro il primo trimestre si aggiungeranno altri 16 milioni di dosi, che corrispondono ad altre 8 milioni di persone vaccinate. Risultato finale: noi già dal primo aprile potremmo avere 13 milioni di vaccinati, e così avremmo già raggiunto la Fase Uno, cioè quella che ci consente di avere il primo impatto epidemiologico”

Ahimè Astrazeneca non è stato ancora approvato dall’Ema. E su questo né Speranza né Arcuri possono farci niente. Libero però non lo dice.

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente