Attualità

Lei non vuole fare le pulizie domestiche, lui la prende a martellate

Non era la prima volta che era vittima di aggressioni da parte del marito la donna di un paese della Bassa Reggiana che è finita in ospedale dopo che il marito l’avrebbe colpita a martellate. Perché si era rifiutata di fare i lavori domestici

carabiniere carabinieri piacenza

Non era la prima volta che era vittima di aggressioni da parte del marito la donna di un paese della Bassa Reggiana, Brescello, che è finita in ospedale dopo che il marito l’avrebbe colpita a martellate. Perché si era rifiutata di fare i lavori domestici

Lei non vuole fare le pulizie domestiche, lui la prende a martellate

L’uomo, un italiano di 52 anni, è stato arrestato ieri sera con l’accusa di lesioni personali aggravate. La moglie, una casalinga di 50 anni, presentava ematomi sul viso e zoppicava per un dolore alla gamba. In ospedale ha ricevuto una prognosi di 20 giorni. Non aveva mai presentato denuncia nonostante non fosse un caso isolato. É stata infatti la figlia della coppia che, dopo che la madre l’ha contattata telefonicamente, ha avvertito i carabinieri. L’uomo dopo l’arresto ha confermato che la lite è nata perché sua moglie non voleva fare le faccende ma ha negato di aver preso a martellate la donna. Secondo il 52enne l’avrebbe presa a schiaffi. La donna nonostante fosse già finita in ospedale non l’aveva mai denunciato. L’uomo – stando a quanto raccontato dalla vittima ai militari – ha impugnato un martello, poi posto sotto sequestro, col quale l’ha colpita in testa, causandole ematomi alla mandibola e all’osso parietale oltre che la rottura di diversi capillari.

Leggi anche: “Aurelio Visalli morto senza attrezzi per il salvataggio, solo con un salvagente”