Opinioni

Le scie chimiche e i complotti della Digos

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato della faida tra sostenitori del complotto delle scie chimiche, deflagrata poi durante la manifestazione di Bologna. Ora una delle due parti in causa pubblica un video nel quale afferma che gli organizzatori della manifestazione «sono stati smascherati come collaboratori della Digos e dei politici che si fingono partigiani per ridicolizzare l’argomento e allontanare la gente per bene dalla comprensione del problema». Secondo quelli di Pordenone gli organizzatori “sono pagati dai politici per ridicolizzare il tema” (!).

Posted by Presidio Stop Scie Chimiche Pn on Martedì 21 aprile 2015