Politica

Le maestre diplomate alle magistrali contestano il M5S

maestre diplomate magistrali m5s

In questo video pubblicato da Repubblica si vedono le deputate Silvia Chimienti e Lucia Azzolina, oltre alla consigliera metropolitana Barbara Azzarà, duramente contestate durante la festa del MoVimento 5 Stelle a Torino perché un emendamento al Milleproroghe che consentiva di tornare al lavoro alle insegnanti dilpomate alle magistrali è stato prima approvato per errore e poi respinto.

Le maestre diplomate alle magistrali contestano il M5S

La questione si è aperta all’epoca del Decreto Dignità e riguarda la sentenza del Consiglio di Stato che lo scorso anno ha stabilito che il diploma magistrale, conseguito prima del 2001/2002, non poteva più considerarsi un titolo di studio abilitante ai fini dell’insegnamento nella scuola primaria. Di conseguenza il personale docente assunto non poteva essere assunto mentre chi era nelle graduatorie ad esaurimento (GAE) perdeva il diritto all’assunzione.

Le deputate del MoVimento 5 Stelle ascoltano in silenzio l’attacco di una maestra: “Abbiamo preso atto del fatto che questo è davvero il governo del cambiamento. Ha cambiato idea tra quanto ha promesso in campagna elettorale e quanto ha fatto quando si è seduto sulla sedia”. Successivamente la deputata Chimenti risponde ammettendo l’errore di aver votato l’emendamento e dal pubblico rispondono: “Allora anche noi abbiamo sbagliato (a votare il M5S alle elezioni)! Rifacciamo le votazioni!”.

Leggi sull’argomento: Scuola, il decreto dignità contro la dignità dei docenti