Politica

Dopo la smentita di FI, LaPresse pubblica l'audio di Berlusconi che dice di aver riallacciato i rapporti con Putin

Asia Buconi|

lapresse ruby ter berlusconi ricovero san raffaele berlusconi alberi

A seguito della diffusione da parte di LaPresse delle dichiarazioni “compromettenti” di Silvio Berlusconi in merito al riallacciamento dei rapporti con il presidente russo Vladimir Putin, Forza Italia, consapevole del disastro in arrivo, aveva subito smentito quanto riportato con una nota in cui si leggeva: “Il presidente Silvio Berlusconi smentisce la notizia su una presunta ripresa dei rapporti con Vladimir Putin. Il presidente Berlusconi ha raccontato ai parlamentari una vecchia storia relativa a un episodio risalente a molti anni fa”. Ma, quasi subito dopo la smentita di FI, LaPresse ha pubblicato gli incontrovertibili audio delle parole pronunciate stamane da Berlusconi in merito ai rapporti con il leader del Cremlino durante il suo intervento alla riunione dell’assemblea del partito alla Camera per l’elezione del capogruppo.

Le parole di Silvio Berlusconi su Putin nell’audio pubblicato da LaPresse

All’interno dell’audio diffuso da LaPresse, si sente chiaramente il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi pronunciare proprio le parole che erano state riportate qualche ora fa dall’agenzia di stampa. All’interno dell’audio il Cav afferma:

I ministri russi hanno già detto in diverse occasioni che siamo noi in guerra con loro, perché forniamo armi e finanziamenti all’Ucraina. Io non posso personalmente fornire il mio parere perché se viene raccontato alla stampa viene fuori un disastro, ma sono molto, molto, molto preoccupato. Ho riallacciato i rapporti con il presidente Putin, un po’ tanto. Putin per il mio compleanno (il 29 settembre, ndr) mi ha mandato venti bottiglie di vodka e una lettera dolcissima. Io gli ho risposto con bottiglie di lambrusco e con una lettera altrattanto dolce. Io l’ho conosciuto come una persona di pace e sensata…