Opinioni

La telenovela Proto-M5S continua

“Poche ore fa sono stato contattato direttamente da Beppe Grillo il quale mi ha rassicurato sulla esatta presentazione e accettazione della mia candidatura alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle”: in una nota il finanziere Alessandro Proto cerca di ravvivare la telenovela della sua “candidatura” nel M5S che da qualche tempo sta combattendo a colpi di comunicati. Nelle puntate precedenti il deputato M5s Danilo Toninelli aveva escluso l’accettazione della sua candidatura viste “le tipologie di reati” da lui commesse. Proto sostiene al contrario che correrà sotto le insegne pentastellate: “Beppe, che conosco da tempo, mi ha rassicurato su questo, concedendomi la possibilità di incontrare i vertici del M5S mercoledì a Roma. Di Maio e Toninelli dovranno farsene una ragione, a discapito delle dichiarazioni poco lusinghiere nei miei confronti. La democrazia nel Movimento c’è e ci sarà sempre fino a che ci sarà Beppe Grillo“, continua Proto nella nota toccando anche interessanti vette di involontaria comicità.
alessandro proto
“Non avevo dubbi – afferma Alessandro Proto nella sua nota – sul fatto che la candidatura fosse regolare. Lo statuto, che loro stessi hanno stipulato, parla chiaro. Ho avuto una condanna per manipolazione del mercato nel 2013, già totalmente scontata motivo per il quale la mia candidatura è assolutamente in regola”. Dopo appena un quarto d’ora arriva la nuova replica del M5S: “Né Beppe Grillo né altri esponenti del MoVimento 5 Stelle hanno mai contattato Alessandro Proto e mai lo contatteranno. Il personaggio in questione si conferma un mitomane a cui ci auguriamo che la stampa non dia la pubblicità e la visibilità di cui è alla ricerca”.
EDIT 7 gennaio 2017: La show continua: “Leggo con stupore la nota dell’ufficio stampa del Movimento 5 Stelle e NON di Beppe Grillo direttamente, nel quale smentiscono e mi danno del mitomane”, scrive in una nota il finanziere Alessandro Proto. “Se io sono un mitomane loro sono degli scolaretti che non sanno cosa fa la mano destra dalla sinistra e denotano una assoluta incongruenza e disomogeneità fra il leader del Movimento e chi lo rappresenta”, aggiunge. “Confermo la chiamata di Beppe Grillo nella quale mi conferma la mia candidatura e se qualcuno deve smentire dovrà essere lui, non certo una casalinga annoiata a capo dell’ufficio stampa del Movimento”. “Se continuano così adirò per vie legali considerato il fatto che sono uno stimato professionista conosciuto in tutto il mondo. Poi invece delle parlamentarie faranno le querelarie”, conclude Proto. In realtà le candidature vengono vagliate da Rousseau, non da Beppe Grillo.

Leggi sull’argomento: “Alessandro Proto candidato alle parlamentarie M5S”

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente