Economia

La Regione Sardegna vuole il 51% di Air Italy

Lo ha detto ieri il governatore Christian Solinas al forum del Sole 24 Ore, anche come oggetto della partecipazione della società finanziaria regionale con un piano industriale lungimirante

air italy

La Regione Sardegna vuole il 51% di Air Italy. Lo ha detto ieri il governatore Christian Solinas al forum del Sole 24 Ore, anche come oggetto della partecipazione della società finanziaria regionale con un piano industriale lungimirante:

Ma in serata arriva la gelata dalla compagnia araba: secondo fonti vicine a Qatar AirWays la loro disponibilità a investire era legata al business plan precedente già approvato con Alisarda. Ieri il ministro dell’Economa, Roberto Gualtieri, ha detto a SkyTg24: «Sto seguendo la vicenda Air Italy per vedere come si possano accompagnare processi anche di mercato che tutelino l’occupazione e garantiscano la dotazione di infrastrutture e trasporto necessarie». Oggi c’è l’incontro al Mit (ministero infrastrutture e trasporti) con regione e parti sociali. «Abbiamo una serie di contatti in corso con alcuni operatori che si sono fatti avanti, partner industriali del settore aeronautico e dell’indotto aeronautico» rende noto Solinas e rileva come tra i soggetti istituzionali sulla carta interessati ci sono le regioni Sicilia e Lombardia.

«Stiamo anche intensificando i rapporti con il presidente della Corsica per valutare il modello Air Corse, dove la comunità corsa partecipa al 70% della compagnia». La partita si decide in questi giorni. Il governo punta a cambiare la liquidazione di Air Italy in concordato per garantire il futuro dei suoi 1.45o lavoratori. Con il concordato «si hanno davanti 6-7 mesi e si possono sviluppare altri strumenti» dice Solinas.

In caso negativo, il governatore punta alla «nascita di un newco, con attori istituzionali e il partner Qatar Airways che raccoglierà gli asset aziendali, il know how in termini di personale ed eventuali aeromobili di Qatar Airways». Intanto, a seguito di  una richiesta della regione, spiega il governatore, sono state riaperte le prenotazioni per iviaggi in continuità territoriale fino al i6 aprile, ovvero il termine del regime attualmente vigente. Ma anche dopo quella data i servizi con l’isola resteranno garantiti, assicura la ministra dei trasporti Paola De Micheli: nelle prossime ore firmerà il decreto per prorogare la continuità fino a fine anno.

Leggi anche: La lenta agonia della Sardegna governata dalla Lega