Economia

La prescrizione e l’esito dei processi penali in primo grado

Se alla Camera i numeri comunque non ci sono e la minaccia di votare il disegno di legge Costa avrebbe un alto significato politico, ma una bassa efficacia pratica, 5 stelle e pd hanno i numeri per respingerlo, come del resto fatto sia pure di stretta misura in commissione, lo scenario cambia al Senato

prescrizione cassazione

Il Partito Democratico e il MoVimento 5 Stelle hanno trovato un punto di mediazione: la prescrizione sarà bloccata dopo una condanna in primo grado. Ma in caso di assoluzione in secondo la prescrizione viene recuperata. Ma Italia Viva rifiuta mediazioni e chiede il rinvio di un anno, a gennaio 2021, della legge Bonafede. E vogliono riproporre, passati sei mesi come prevede il regolamento, la legge del forzista Enrico Costa che il 24 febbraio andrà in aula alla Camera e che cancella del tutto la prescrizione di Bonafede. Qualora venisse bocciata quel giorno, nonostante i voti del centrodestra e dei renziani e, secondo Costa, anche di dissidenti del Pd, sarebbe lo stesso Renzi a rimetterla in pista sei mesi dopo per cancellare l’odiata prescrizione. Il Sole 24 Ore pubblica oggi una tabella che riassume l’esito dei processi penali in primo grado:

prescrizione esito processi penali primo grado
L’esito dei processi penali in primo grado (Il Sole 24 Ore, 7 febbraio 2020)

Il quotidiano di Confindustria spiega che se alla Camera i numeri comunque non ci sono e la minaccia di votare il disegno di legge Costa avrebbe un alto significato politico, ma una bassa efficacia pratica, 5 stelle e pd hanno i numeri per respingerlo, come del resto fatto sia pure di stretta misura in commissione, lo scenario cambia al Senato. Dove l’intenzione di Italia viva è quella di presentare un disegno di legge autonomo con oggetto lo slittamento, sul quale fare convergere consensi trasversali, pescando anche tra i senatori delle opposizioni.

Leggi anche: Perché la manutenzione dell’Alta Velocità è andata ko