Fact checking

La figuraccia della stampa italiana su Donald Trump e la Statua della Libertà

statua liberta donald trump 4

Il Corriere della Sera, la Repubblica e tanti altri giornali italiani hanno preso per notizia vera un pezzo satirico pubblicato dall’Huffington Post americano in cui al presidente degli Stati Uniti Donald Trump si faceva dire che la Statua della Libertà era anacronistica perché incitava all’immigrazione. Repubblica ha in seguito ammesso l’errore scusandosi con i lettori:

Un articolo satirico è stato riportato inizialmente da Repubblica come dichiarazioni di cronaca. Ce ne scusiamo con i lettori. Forse gli eccessi della campagna elettorale possono portare a ritenere credibile quel che non lo è, ma in ogni caso l’errore di attribuzione c’è e ce ne prendiamo la responsabilità

statua-liberta-donald-trump-2

La figuraccia della stampa italiana su Donald Trump e la Statua della Libertà

Tutto nasce dal lancio di un’agenzia di stampa italiana nel quale «Christopher Lamb, professore di giornalismo all’Indiana University di Indianapolis, in un blog sull’Huffington Post riporta il contenuto di uno scambio fra Trump e un giornalista in una recente conferenza stampa nelle Trump Tower, quartier generale del magnate. “Non ha senso”, ha esordito il presidente eletto, “dire al mondo che non si puo’ venire qui a meno che non si e’ invitati, e poi vedere questa anacronistica vecchietta in piedi, fuori dal nostro Paese, a dire di venire da noi e stare tutto il tempo che si vuole”. Il futuro 45mo presidente Usa, pur ammettendo di non ricordare le parole scritte sul piedistallo della Statua, ha spiegato che vanno contro cio’ in cui crede il suo elettorato. “Cosa dice”, ha chiesto Trump ai presenti, “la Statua della Liberta’? Non lo so. Onestamente, ho vissuto tutta la mia vita a New York, ma non sono mai andato la’. Perche’ qualcuno dovrebbe andarci? Nessuno ci va”». Il primo lancio è delle 10,30 e alle 11 l’agenzia ha corretto così:

La satira dell’Huffington Post graffia Donald Trump, affermando che il presidente eletto non vorrebbe più vedere la Statua della Liberta’, “simbolo dell’immigrazione selvaggia”. In un articolo del giornalista satirico Christopher Lamb, professore di giornalismo all’Indiana University di Indianapolis, la testata Usa immagina un Trump che non vorrebbe piu’ vedere la donna con la fiaccola della liberta’ che da secoli accoglie chi arriva a New York via mare. Nello scambio immaginario con un giornalista in una conferenza stampa nelle Trump Tower, quartier generale del magnate, il presidente eletto esordisce:

statua liberta donald trump-3
L’articolo dell’HP originale è questo.
Foto copertina da qui