Fatti

La Ferrero ha sospeso la produzione in Belgio dopo i casi di salmonella nei Kinder Schoko-Bons

neXt quotidiano|

Ferrero Kinder Schoko Bons

La notizia del ritiro di alcuni prodotti a marchio Kinder dal mercato europeo dopo aver rilevato alcuni casi di Salmonella, ha portato a nuovi aggiornamenti arrivati nelle ultime ore. Il Gruppo Ferrero – che detiene il marchio – ha deciso di sospendere (a titolo temporaneo) la produzione all’interno dello stabilimento di Arlon, in Belgio. Si tratta di una disposizione presa a scopo precauzionale per consentire analisi approfondite all’interno della struttura e l’eventuale bonifica dai batteri che, spesso e volentieri, si trovano nel lattosio non fermentato e possono provocare gravi danni all’apparato digestivo (e non solo).

Ferrero sospende produzione in Belgio per i casi di salmonella nei Kinder Schoko-Bons

A riportare la notizia della chiusura (temporanea) dello stabilimento Ferrero in Belgio è l’Agenzia Ansa che ha citato fonti interne al gruppo che ha sede ad Alba (in Piemonte). E l’agenzia di stampa francese “France Presse” ha sottolineato come l’azienda stessa abbia già evidenziato alcuni “problemi interni” per cui chiede scusa e si è detta pronta a risolverli. Il problema, dunque, sembra esser stato individuato proprio in quella fabbrica di Arlon. All’interno si producono sia i famosi e iconici “Ovetti Kinder” che quei Kinder Schoko-Bons.

Alcuni lotti di Kinder Schoko-Bons (che sono dei piccoli bon-bon  a forma di uovo, con il guscio al cioccolato al latte ripieni di crema al latte)erano stati spediti anche in Italia e sono stati ritirati dal mercato. Non sono arrivati nel nostro Paese, invece, quegli Ovetti Kinder con sospetta salmonella: lo stabilimento belga, infatti, li produce solamente per il mercato d’Oltremanica. Per questo motivo, la scorsa settimana sono stati ritirati alcuni lotti di ovetti al cioccolato con sorpresa in Inghilterra e Irlanda. Non sono stati segnalati, dunque, problemi con gli ovetti Kinder venduti in Italia, dove questo prodotto è sempre amato dai bambini. Ancor di più nel periodo che precede la Pasqua.