Attualità

"È normale o è gay?": così Katia Ricciarelli sdogana l'omofobia al Grande Fratello Vip | VIDEO

neXt quotidiano|

Katia Ricciarelli

Anno 2021, Cinecittà: e ancora dobbiamo ascoltare, in diretta televisiva, persone che parlano di omosessualità come fosse un qualcosa di anormale. È accaduto di nuovo al Grande Fratello Vip, dove Katia Ricciarelli si è resa protagonista di un discorso – dai contorni evidentemente omofobi – davanti alle telecamere che, in maniera perpetua, immortalano tutti gli istanti di ogni singola giornata dei concorrenti chiusi nella Casa e concorrenti del reality show.

Katia Ricciarelli e la distinzione tra i gay e i normali al Grande Fratello

“Ma Biagio è normale? O è gay?”, ha chiesto la cantante lirica (soprano) a Manila Nazzaro e Soleil Sorge, due delle concorrenti che condividono con lei la Casa del Grande Fratelli VIP. Le due tirate in ballo in questo dialogo rispondono di no, o di non conoscere l’orientamento sessuale dell’altro concorrente tirato in ballo, Biagio D’Anelli. E dopo queste repliche, Katia Ricciarelli mette la pietra tombale sul suo pensiero omofobo: “Spero di no, sennò si perdono tutti gli uomini per la strada qua”.

Ancora una volta, dunque, il Grande Fratelli Vip diventa veicolo di messaggi che non dovrebbero essere ospitati dalla televisione. Soprattutto perché diseducativi. E l’ex moglie di Pippo Baudo non è nuova a uscite di questo tipo, sempre all’interno della Casa di Cinecittà. All’inizio della sua avventura nel reality, infatti, si era lasciata andare in altri riferimenti volgari e sgradevoli: prima aveva definito un paio di occhiali indossati da un altro concorrente, Tommaso Eletti, “da froc*o”; poi aveva etichettato come “da ricchi*ne” le camice utilizzate da Alex Belli.

Una pantomima omofoba all’interno di un contenitore televisivo che, ogni giorni di più, riesce a svilire qualsivoglia messaggio educativo che dovrebbe essere trasmesso e messo a disposizione dei telespettatori. Perché quest’anno dalla Casa di Cinecittà e dagli studi del GF Vip ne abbiamo viste di tutte i colori: dalle parole del conduttore, Alfonso Signorini, sull’aborto e sull’impressione che gli provoca il niqab, alle uscite fuori luogo di Alex Belli sulla disabilità di Manuel Bortuzzo. Fino ad arrivare alla bufala del latte che fa diventare sordi propinata da Jo Squillo. E le ultime parole di Katia Ricciarelli sono solamente la punta dell’iceberg.

(foto e video: da Grande Fratello Vip, Canale5)