Politica

“Jole Santelli votata anche se malata”, Morra indagato per diffamazione

Tra le righe il presidente della Commissione Antimafia parla di giustizia a orologeria: “Io intanto continuo e cercherà certamente di audire il dott. Palamara. Grazie mille”

nicola morra 41 bis ergastolo ostativo - 1

Diffamazione aggravata e continuata. Il fascicolo sul senatore del Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione Antimafia è stato aperto dopo le frasi dello scorso novembre rivolte nei confronti della governatrice Jole Santelli, deceduta poco prima: “Era noto a tutti che la presidente della Calabria fosse una grava malata oncologica, se questo però ai calabresi è piaciuto è la democrazia. Ognuno deve essere responsabile delle proprie scelte”. Parole – quelle di Morra – che avevano suscitato scalpore, e che avevano scosso tutta la politica. Subito dopo quelle dichiarazioni, le sorelle dell’ex governatrice, hanno querelato il senatore 5 Stelle. Che ora urla al complotto, dicendo che la notizia sia uscita ora, perché a breve dovrà ascoltare Luca Palamara: “Dopo due giorni dall’aver divulgato la notizia della prossima l’audizione del Dott. Palamara in Commissione Antimafia, apprendo da un’agenzia di essere indagato per diffamazione”.

Scrive Il Fatto Quotidiano:

Il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra, è indagato dalla Procura di Cosenza per il reato di diffamazione aggravata e continuata. Il fascicolo si riferisce alle frasi espresse dall’esponente del M5S dopo la morte della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli (“scelta e votata mal- grado fosse risaputa la sua malattia oncologica”, aveva detto a novembre). Frasi che innescarono la querela da parte delle sorelle della governatrice, Paola e Roberta, tramite l’avvocato Sabrina Rondinelli. Morra rileva che la notizia della sua indagine esce due giorni dopo quella sulla imminente audizione in antimafia dell’ex giudice Palamara. “Un caso? Forse, chi lo sa – ha scritto su Fb- ne risponderò se ho sbagliato, altrimenti tutto verrà archiviato”

 

“Se ho sbagliato dovrò risponde dei miei errori, se non ho sbagliato – come penso – tutto dovrà essere archiviato”, ha detto nel video pubblicato su Facebook. Ma poi, con un po’ di ironia e come a dire “io vado avanti anche se mi mettete i bastoni tra le ruote”, Morra dice: “Io intanto continuo e cercherà certamente di audire il dott. Palamara. Grazie mille”.