Politica

Le ipotesi sui nomi dei Ministri del nuovo governo

neXt quotidiano|

Giorgia Meloni, Presidente del partito Fratelli d’Italia, sta lavorando alla lista di nomi dei Ministri del nuovo governo.

I nomi dei possibili Ministri: MEF e Difesa

Per il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), i nomi sarebbero tre: Fabio Panetta, membro del Comitato esecutivo della Banca Centrale Europea, Domenico Siniscalco, Ministro dell’Economia e delle Finanze nel primo e secondo governo Berlusconi oppure l’economista Dario Scannapieco. Per quanto riguarda il Ministero della Difesa, si starebbero prendendo in considerazione Antonio Tajani, europarlamentare e vicepresidente dei partiti Partito Popolare Europeo e Forza Italia, Adolfo Urso, Senatore di Fratelli d’Italia, il generale Luciano Portolano oppure Guido Crosetto, uno dei fondatori del partito Fratelli d’Italia.

Per il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale si pensa a Elisabetta Belloni, attuale Direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, al diplomatico Giampiero Massolo, anche in questo caso ad Antonio Tajani, all’ambasciatore Stefano Pontecorvo oppure a Giulio Terzi di Sant’Agata, ministro degli Esteri nel governo Monti. Per il Ministero dell’Interno si parla del prefetto Matteo Piantedosi oppure dell’avvocata Giulia Bongiorno. Per il Ministero della Giustizia si parla di tre nomi: anche in questo caso l’avvocata Bongiorno, l’ex magistrato Carlo Nordio oppure l’avvocato Francesco Paolo Sisto.
Erika Stefani, Ministra per le disabilità nel governo Draghi, oppure il leader leghista Matteo Salvini sono i nomi probabili per gli Affari regionali. Per il Ministero della Salute sono emersi i nomi di Francesco Rocca, Presidente del Comitato Nazionale della Croce Rossa Italiana, Guido Rasi, Direttore dell’Agenzia europea per i medicinali, Giorgio Palù, Presidente dell’Agenzia italiana del farmaco, Francesco Vaia, Direttore dell’istituto Spallanzani di Roma, oppure Licia Ronzulli, Senatrice di Forza Italia. Anche per il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e per quello delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali si parla di Matteo Salvini. Per quanto riguarda il Ministero della Cultura sarebbero si pensa a Vittorio Sgarbi, a Lucia Borgonzoni oppure a Anna Maria Bernini.