Attualità

Incidenti stradali: un pedone ucciso ogni 14 ore

@neXt quotidiano|

pedone ucciso incidenti stradali italia

Lo scorso anno, secondo i dati dell’associazione Asaps, sulle strade è morto un pedone ogni 14 ore: 612, con un trend crescente rispetto sia all’anno precedente (più 2 per cento) sia al 2016 (più 7,4 per cento). I pedoni feriti sono stati 20.700, la gran parte over 64. I primi dati dell’anno in corso non sono incoraggianti: Aci e Istat registrano un aumento di incidenti mortali in genere del 25 per cento nei primi sei mesi del 2019. Repubblica racconta oggi in un articolo a firma di Antonio Fraschilla che a Roma i vigili urbani hanno appena fatto il bilancio degli incidenti nel 2019 nella Capitale: su 120 morti oltre un terzo (43) erano pedoni, persone che stavano attraversando la strada sulle strisce in oltre il 50 per cento dei casi. Dopo Roma la città più pericolosa è Milano (24 morti nel 2018 seguita) da Torino con 12, Genova e Napoli 10, Bologna 9, Palermo 7 e Catania 4.

Il dieci per cento degli incidenti mortali è stato causato lo scorso anno da guidatori ubriachi o che avevano assunto sostanze stupefacenti. Secondo i dati consegnati da Silvia Bruzzone dell’Istat all’Istituto superiore di sanità «gli incidenti alcol-correlati sono stati il 7,8 per cento del totale e quelli droga-correlati il 2,9 per cento». Complessivamente lo scorso anno le contravvenzioni per guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe fatte da polizia municipale, polizia e carabinieri sono state oltre 47 mila: un dato in crescita rispetto agli anni precedenti del 4,4 per cento.

incidenti stradali pedone ucciso ogni 4 ore
I pedoni morti nel 2018 (La Repubblica, 23 dicembre 2019)

Di certo c’è che le strade italiane sono tra le meno sicure d’Europa. In Italia l’ultimo dato Eurostat registra 55 vittime della strada ogni milione di abitanti, contro una media Ue che è di 49 morti. Tutti i grandi paesi sono più sicuri: il Regno Unito registra 28 morti sulla strada ogni milione di abitanti, la Germania 38 morti, la Spagna 39 e la Francia 51.

Leggi anche: Pietro Genovese: il ragazzo che ha investito Gaia e Camilla positivo a alcol e droga