Fact checking

Imposimato day. Ora vi faccio vedere come vota un grillino

Sono finalmente iniziate le votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica. E finalmente dopo due anni dal loro ingresso nelle Istituzioni i 5 stelle hanno la possibilità di “aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno”. Come? Nell’unico modo in cui sono in grado e che a loro interessa, perché garantisce una montagna di like e condivisioni sui social network: fotografando, filmando, registrando quanto accade in Aula. La nuova frontiera della trasparenza è da ieri fotografare di nascosto le schede per l’elezione del Presidente prima di inserirle nell’urna. Preparatevi al live-bloggin/tweeting/facebooking più divertente dei prossimi sette anni, con foto che vengono postate sull’Intwerwebs e poi cancellate.

Lo faccio raga, lo sto per fare davvero. (via Twitter.com)
Lo faccio raga, lo sto per fare davvero. (via Twitter.com)

LA GIORNATA DELL’ORGOGLIO GRILLINO
È un modo come un altro per far vedere ai paranoici elettori a 5 stelle che i loro portavoce stanno facendo esattamente quello che la Rete (ovvero lo staff del blog di Beppe) ha ordinato loro di fare: votare IMPOSIMATO. Ad aprire le danze la Senatrice ex-grillina (ora Gruppo Misto) Alessandra Bencini che prima ha annunciato l’intendione di votare Rodotà (Ro-do-tah, Ro-do-tah, Ro-do-Tah) e poi ha postato su Twitter la foto dell’impresa. E naturalmente appena è partita la shitstorm l’ha rimossa ma l’Internet non dimentica.
Il voto della Senatrice Bencini (via Twitter.com/allnews34.eu)
Il voto della Senatrice Bencini (via Twitter.com/allnews34.eu)

Ma la Bencini è una “traditrice” del Movimento ed toccato quindi a Barbara Lezzi tenere alto l’onore dei pentastellati e postare la sua scheda con un bell’Imposimato scritto a chiarelettere.
Tanti Imposimato molto onore
Tanti Imposimato molto onore (via twitter.com)

Certo, pure lei ha cancellato la foto e ha messo un noiosissimo spiegone in cui dice di averlo fatto per evitare strumentalizzazioni.
lezzi strumentalizzazioni
Riguardo il post della Lezzi c’è anche un piccolo mistero, la scheda postata su Facebook (e poi cancellata..) dalla senatrice portavoce Nunzia Catalfo sembra la stessa di quella postata dalla Lezzi, la Catalfo ha aggiunto un filtro che rende più misteriosa e “rubata” la foto ma a ben guardare la grafia sembra identica. Ok che è il font del popolo della Rete è il comic-sans, ma non vi pare di stare esagerando?
via Twitter.com
via Twitter.com

Qualcuno su Twitter se n’è accorto:



MANLIO DI STEFANO, IL NUOVO ETHAN HUNT
Se ad un certo punto senti partire la musichetta di Mission Impossible è perché è arrivato lui, l’uomo del giorno: Manlio Di Stefano. Quando tutti si accontentavano di fare una fugace foto alla scheda Manlio è stato quello che ha portato la farsa su un livello completamente nuovo. Ha preso il suo smartphone, se l’è messo nel taschino della camicia e ci ha portati a fare un giro fino a che non siamo entrati assieme a lui nel confessionale della Casa del Grande Fratello e lo abbiamo visto votare. Peccato che anche lui abbia poi cancellato il video da Facebook (ma non dall’Internet evidentemente) per paura che il suo gesto “venisse strumentalizzato”.
di stefano stelle
E a chi gli fa notare che è un tantinello vietato fare riprese in aula (gesto stigmatizzato anche da Luigi di Maio) Di Stefano risponde con il migliore degli specchio-riflesso, ovvero dicendo sostanzialmente “embè, è pieno di condannati e indagati in Parlamento, sarà mica grave il mio gesto”. Che è lo stesso ragionamento di quelli che dicono che Fabrizio Corona non merita sette anni di carcere “per una foto!11” quando ci sono ladri e stupratori in libertà.

J'accuse!
J’accuse!

Ma non pensate che Di Stefano sia uno sprovveduto e un ingenuo, tutt’altro. L’onorevole ha capito come funzionerà la cosa quando si andrà alle prossime elezioni: chi è più popolare sui Social Network diventa un big del Movimento e non rischia di essere trombato. Ed infatti ha già messo la sua foto in cui abbraccia il “futuro Presidente della Repubblica” Imposimato. E si fa sempre fotografare in compagnia di quelli giusti, ad esempio Di Battista.
Camicia bianca la trionferà (fonte: facebook,com)
Camicia bianca la trionferà (fonte: facebook,com)

In questo video il povero Dibba è costretto a fare la comparsa durante un breve monologo di Di Stefano, guardate le faccia che fa il Dibba quando viene silenziato e sa che non può andarsene mentre l’On. Di Stefano arringa la Rete:

AN THE WINNER IS…
Se dobbiamo stilare ad una classifica al miglior grillino del giorno il premio non può andare che al cittadino-portavoce-onorevole Matteo Dall’Osso. L’unico che orgogliosamente non ha ancora cancellato il post con il suo voto per I-M-P-O-S-I-M-A-T-O
CANTIAMO TUTTI ASSIEME AMICI
CANTIAMO TUTTI ASSIEME AMICI

Qualcuno potrebbe però dire all’On. Dall’Osso che generalmente si canta sillabando (ad es.: ROH-DOH-TAH!) perché lo spelling lo fanno solo le cheerleader. Datemi una I, datemi una Emme!1 Forse a Dall’Osso farebbe bene guardare questo tutorial:

Foto copertina via Facebook.com