La macchina del funky

I nomi del governo del MoVimento 5 Stelle

grillini civati

Emanuele Buzzi sul Corriere della Sera oggi ci racconta e anticipa quali sarebbero i nomi di governo del MoVimento 5 Stelle in caso di vittoria alle elezioni dopo la marcia della legalità ad Ostia che ha visto il ritorno, per una comparsata, di Beppe Grillo.

Intanto, il Movimento sta lavorando su obiettivi a lungo termine. Nel mirino le prossime elezioni politiche ed eventuali amministrative a Roma. I Cinque Stelle hanno ribadito più volte la loro volontà di schierare una «squadra di governo». Al centro del disegno la Rete: come tradizione i militanti saranno chiamati a scegliere online. Tra le ipotesi al vaglio, quella di lanciare diverse candidature (forse anche multiple) per i vari dicasteri, con profili che possano combaciare con le competenze dei singoli. Alcuni nomi circolano già. Suggestioni, indiscrezioni.

movimento 5 stelle ballottaggio
E, per non morire di curiosità, eccoli:

Spunta l’idea di Luigi Di Maio premier, Barbara Lezzi all’Economia, Carla Ruocco allo Sviluppo economico, Morra all’Istruzione, Mario Giarrusso o Alfonso Bonafede alla Giustizia, Manlio Di Stefano o Alessandro Di Battista agli Esteri. Orizzonti ancora lontani. «Beppe ha creato il nostro spazio — chiarisce Lezzi —. Le norme che prevedono un impegno massimo per due mandati fanno sì che ora si stia formando l’ossatura. Le basi che stiamo mettendo saranno trasmesse poi a chi non ha una militanza decennale». Per la senatrice questo periodo è una sorta di pietra miliare: il M5S «comincia ad avere la sua storia politica. Quello che stiamo costruendo è la storia del Movimento».