Attualità

Simone Carabella e l’aggressione di Giuliano Castellino al Circo Massimo

Simone Carabella pubblica un nuovo video per spiegare cosa è successo al Circo Massimo e il suo scontro con Giuliano Castellino di Forza Nuova che lo ha spintonato e gli ha dato uno schiaffo scatenando la rissa degli ultras che poi hanno lanciato oggetti e spaccato telecamere e fotocamere dei giornalisti

Dopo aver cancellato la diretta di ieri, Simone Carabella pubblica un nuovo video per spiegare cosa è successo al Circo Massimo e il suo scontro con Giuliano Castellino di Forza Nuova che lo ha spintonato e gli ha dato uno schiaffo scatenando la rissa degli ultras che poi hanno lanciato oggetti e spaccato telecamere e fotocamere dei giornalisti. Nel video Carabella racconta che “personaggi di piccola caratura” lo hanno usato per cercare visibilità: “Alcuni amici di Pesaro, Brescia, Bari, Livorno mi hanno chiamato chiedendomi di partecipare alla manifestazione senza colore politico che univa le curve di tutta Italia per rappresentare il dissenso degli italiani che non ce la fanno più”, dice Carabella. “Arrivano due persone, uno mi si mette davanti e mi dà una spinta e poi uno schiaffo. In quel momento mi sono arrabbiato. Ho dovuto dare fondo alle mie doti di autocontrollo perché io agisco solo nella legalità, le scazzottate le facevo a 15 anni, sto cinque piani sopra, non mi abbasso a dare schiaffi in strada”. Si sta riferendo a Giuliano Castellino di Forza Nuova.

simone carabella aggressione circo massimo

 

Intanto gli agenti di polizia della Digos hanno di fronte un lavoro enorme anche se da via di San Vitale domani partirà un’informativa per la Procura che era già stata “allertata” da tempo giacché della manifestazione di ieri si parlava da giorni e gli organizzatori avevano in prima battuta provato a chiedere di svolgere il sit-in a piazza del Popolo. In tutto la Digos ha identificato 142 persone anche se ora si dovranno passare al setaccio tutti i filmati raccolti ieri pomeriggio per capire se sia possibile contestare altri reati ad altre persone. Oltre ai due arresti, sono stati fermati 13 uomini tutti orbitanti negli ambienti ultrà di varie tifoserie. Da quella del Napoli è stato denunciato un uomo per porto di oggetti atti ad offendere e travisamento. Ci sarebbero, inoltre, anche degli estremisti di destra.

Leggi anche: Perché è stata autorizzata la manifestazione dell’estrema destra al Circo Massimo