Opinioni

Gianluca Semprini in RAI ha trovato l'America (grazie alla Bignardi)

Il capolavoro dell’approdo di Gianluca Semprini (quello che fa le domande con il cronometro in mano) in Rai sta ancora creando qualche problemuccio a Daria Bignardi, che l’ha scelto per condurre il talk show che prenderà il posto di Ballarò. «Altro che trasparenza. In Rai tornano le chiamate dirette», denuncia l’esecutivo Usigrai, spiegando che l’azienda ha comunicato di aver assunto a tempo indeterminato come caporedattore il giornalista Gianluca Semprini. «I vincitori della selezione pubblica? Possono aspettare – denuncia il sindacato dei giornalisti -. E chi di loro entra si deve mettere in fila a fare il percorso di precariato pagato con contratto depotenziato. I vuoti di organico? Possono aspettare. Le sostituzioni delle lavoratrici in maternità? Non ci sono i soldi. Che invece si trovano per assumere da caporedattore l’ennesimo esterno. Insomma riprende la vecchia pratica della chiamata diretta. E ovviamente con tutte le garanzie: contratto a tempo indeterminato e pure graduato. Ma una curiosità – si sottolinea nella nota -: la Direttrice Bignardi ha tenuto a rivendicare che lo ha scelto lei, e in più con l’arroganza di dire che 3 mesi e mezzo non le sono bastati per cercare interni e che in fondo doveva “andare sul sicuro”, come se in Rai nessun giornalista fosse all’altezza. Ma allora perché non si è presa la responsabilità di assumerlo lei – per il tempo strettamente necessario a fare la trasmissione per cui lo ha voluto – a Rai3, invece di scaricarla su Rainews24». La curiosa situazione non è sfuggita nemmeno alla politica. Da una parte c’è Michele Anzaldi:
gianluca semprini
Dall’altra c’è Maurizio Gasparri: «La Rai fa aspettare i giovani vincitori di concorso e assume Semprini come caporedattore. Semprini, non Indro Montanelli! Ciò avviene dopo che la Bignardi, cacciata da La7 per il flop di ascolti e inopinatamente promossa direttore di Rai Tre, dice di non aver trovato all’interno dell’azienda gente capace, quando ce ne sono centinaia e centinaia. C’è materiale per la Corte dei Conti e forse anche per le Procure. L’attuale gestione della Rai è assolutamente dissennata. Mi aspetto da parte del sindaco interno un vigoroso sussulto di dignità di fronte a questo ennesimo atto di protervia. Le premesse per uno sciopero ci sono tutte». Semprini non era stato accolto esattamente con gli applausi dagli altri giornalisti RAI, che avevano ricordato come l’ex Sky Tg 24 avesse criticato qualche tempo fa sul suo blog i “privilegi” dei giornalisti RAI:

gianluca semprini blog
Il post sul blog di Gianluca Semprini

In un’intervista a TVBlog di qualche giorno fa lui ha però spiegato che il post faceva parte di un gioco delle parti, come quando un giocatore della Roma parla male di quello della Juventus:

Lo so, ha scatenato polemica. Era due anni fa quando noi a Sky stavamo chiudendo un accordo per assumere dei giornalisti pagandoli di tasca nostro. Di contro i giornalisti della Rai protestavano per presunti tagli. Il post era per svegliare, era per dire che fuori dalla Rai c’è gente che lavora molto e fa dei sacrifici. Era il gioco delle parti, come quando un giocatore della Roma parla male di quello della Juventus. Penso che ci chiariremo presto

Insomma, Semprini ha fatto sapere che quello che scriveva sul suo blog personale lo scriveva nell’interesse dell’azienda per cui lavorava, all’interno di un gioco delle parti. Una dichiarazione che tranquillizza tutti sulla sua onestà intellettuale, no?