Fatti

“Lei è un cacadubbi che propaganda la morte”, lo scontro tra Gasparri e Borgonovo a Zona Bianca

Il senatore di Forza Italia e il vice-direttore de La Verità se ne sono dette di tutti i colori

Gasparri Borgonovo

Si chiama Zona Bianca, ma ogni settimana i toni si alzano come fosse una zona rossa. Ormai è diventato un grande classico: in studio viene invitato come ospite il vice-direttore de La Verità che si scontra con tutti. L’ultima lite ha visto come protagonisti il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri e Francesco Borgonovo. Il tema è sempre lo stesso: le misure prese dal governo Draghi nel corso degli ultimi mesi per tentare di arginare la pandemia. E, ovviamente, la discussione partita sul Green Pass è subito deflagrata.

Gasparri Borgonovo, lo scontro in diretta a Zona Bianca

Il primo ad attaccare è Maurizio Gasparri che, rivolgendosi proprio al vice-direttore de La Verità decide di utilizzare un vocabolario che poco si addice a una trasmissione televisiva, con parole e accuse ben precise (qui il video, a partire dal minuto 30):

“Lei è un cacadubbi. Il governo ha fatto vaccinare il 90% delle persone, il governo che lei contrasta. Se si facesse quello che dice lei ci sarebbero morti a migliaia. Da mesi dice fesserie. È nemico della vaccinazione, lei propaganda la morte. Per ignoranza o per malafede, non lo so. Lei è un figurante che fa la controparte per fare aumentare l’audience. A questo serve. Lei ha un contratto per dire certe cose, noi no”.

Accuse ben precise a cui il vice-direttore de La Verità prova a replicare:

“Mica è un reato, non me ne vergogno. Sarebbe un lavoro nobilissimo”.

E lo scontro continua. Il senatore riprendere la parola puntando il dito contro il giornalista:

“Tu non proponi nulla, la tua ricetta è morte e chiusure. L’ignoranza dei nemici del vaccino e del certificato sanitario è portatice di morte. Sono portatori di morti, se ne assumano le responsabilità. La propaganda della morte va contrastata in democrazia. Lei è contro i vaccini e contro la medicina  perché vorrebbe che la gente morisse. Poi farebbe la critica. È un cacadubbi, non porta proposte, solo dubbi, da settimane. Ha la funzione di quello che fa da contraltare. Faccia spettacolo”.

E non finisce qui. Lo scontro Gasparri Borgonovo parte da un assunto del senatore: su La Verità, quasi ogni giorno, vengono pubblicati articoli sia contro i vaccini, sia contro qualsiasi misura adottata dal governo. Insomma, sembra essere il gazzettino di Fratelli d’Italia. E, in molti casi, si parla di argomenti che non trovano conferme, come accaduto qualche mese fa con l’articolo sul calciatore del Sassuolo Pedro Obiang e la sua miocardite (che no, non è stata provocata dal vaccino). E già nelle scorse settimane lo stesso Borgonovo, sempre dagli studi di Zona Bianca si era scontato anche con Massimo Galli, facendo perdere la pazienza al professore.

(foto: da Zona Bianca, Rete4)