Attualità

Gabriella Mereu contro la Santa Inquisizione

mereu radiazione ordine medici

Alla fine è successo, Gabriella Mereu è stata radiata dall’Ordine dei Medici. Poco male, direte voi, la nostra simpatica dentista/omeopata/santona già da tempo non esercitava più la medicina. Un conto però è se la Mereu stessa diceva di essere sostanzialmente “oltre” la biomedicina, un conto invece è sentirselo dire dall’Ordine. Nel primo caso si poteva utilizzare l’affiliazione all’Ordine dei Medici come uno strumento per dire: “vedete, sono un medico so quello che dico” e attrarre nuovi gonzi. Con l’espulsione è finita la pacchia? Giammai, ecco a voi Gabriella Mereu, l’eretica della medicina che combatte contro i pregiudizi della ka$ta!1
gabriella mereu radiata
IL PROCESSO
Per troppo tempo l’Ordine dei Medici aveva tollerato la presenza di Gabriella Mereu e delle sue idee di medicina. Fiori di Bach? Eresia! Omeopatia? Eresia! Riti magici? Eresia! Diagnosi e cura via Facebook o al telefono? Eresia! Come Galileo Galilei la Mereu è stata processata dal Sant’Uffizio per le sue idee, per il suo coraggio. Come le eretiche e le streghe fa cose che la scienza e la ragione non comprendono appieno. Ecco il racconto del processo fatto dalla viva voce della protagonista:

Processo alla ” Strega ”
Sono stata convocata per il processo all’ordine dei medici il 26 di maggio alle h.20 , mi hanno fatto aspettare un’ora e mezzo , alle 21,30 di sera( ora in cui di solito vado a dormire ) , è iniziata l’accusa : una interminabile fila di accuse molte delle quali mi sembravano complimenti e verità schiaccianti contro di loro . Non hanno voluto sentire 7 testimoni curati con la terapia verbale che avevo portato con me . Io per difendermi , stanca per l’orario , ho solo ribadito che l’unica deontologia che riconosco è quella di curare i malati senza avvelenarli nè provocando lesioni . Volevo citare come avevo curato un caso ma il presidente dell’ordine non me lo ha permesso .
Sono stata convocata un’altra volta il 7 Luglio nello stesso orario . Sono venuta dalla Svizzera a Cagliari per niente . Volevo discutere sulla mia terapia ma il presidente dell’ordine non me lo ha permesso e siccome insistevo mi ha detto che ero ” scortese ” . Ho ribadito che l’unica deontologia che riconosco è quella di cercare di curare il malato. L’annunzio della radiazione incredibile ed inaspettata è arrivata con un’email alla mia avvocatessa .

La Meru, intrappolata in un meccanismo a dir poco kafkiano non solo non ha avuto la possibilità di produrre prove in sua difesa ma è stata costretta per ben due volte a sottoporsi alle torture dell’Ordine. La prima volta i medici inquisitori hanno optato per la tattica della privazione del sonno. Subdolamente hanno convocato la ex-dottoressa alle otto di sera per poi tenerla in anticamera fino alle nove e mezza ovvero all’orario in cui solitamente Gabriella si reca a riposare. E infatti alle 21.30 è iniziata l’audizione e la lettura delle accuse, un elenco interminabile di malefatte che però la Mereu ha stoicamente sopportato e preso come complimenti. La privazione del sonno ha però sortito il suo effetto, la Mereu, provata e assonnata, non ha saputo rispondere e controargomentare. Gli inquisitori si sono pronunciati soddisfatti.

I medici hanno paura di quello che la Mereu sa fare per curare laggente
I medici hanno paura di quello che la Mereu sa fare per curare laggente

Seconda convocazione, questa volta alla privazione del sonno il tribunale della Santa Inquisizione ha preferito aggiungere anche una extraordinary rendition, la dottoressa infatti è stata costretta a recarsi a Cagliari dalla Svizzera (dove ha la residenza per motivi fiscali). Il Sant’Uffizio ha ritenuto di non procedere con il waterboarding, considerato troppo omeopatico, e ha provveduto ad inviare la sentenza all’avvocatessa della Mereu.
Gli omeopati sono talmente in imbarazzo che prendono le distanze
Gli omeopati sono talmente in imbarazzo che prendono le distanze

GLI ATTI DEL PROCEDIMENTO E LE ACCUSE
Da quanto dice la Mereu da una parte c’è un omeopata che la accusa di non praticare l’omeopatia bensì una terapia basata sulla psicomagia di Jodorwsky; insomma anche gli omeopati prendono le distanze, begli amici che sono. Dall’altra invece uno psichiatra che sostiene (come abbiamo detto anche su NeXt) che la Terapia Verbale della Mereu altro non è che una forma mistificata di psicoterapia, per la quale la dottoressa non ha alcuna abilitazione e competenza. Insomma la Terapia Verbale sarebbe una truffa, perché è utilizza una certa terminologia propria del linguaggio Junghiano per far credere al paziente che si tratti di una forma di psicoterapia. Ma della terapia psicologica ci sono solo le apparenze e alcune formule. Certo il fatto che il parere di un omeopata sia vincolante in un processo interno all’ordine dei medici non è certo una buona notizia.
Coincidenze? Noi di Voyager crediamo di no
Coincidenze? Noi di Voyager crediamo di no

 
NESSUNO SI ASPETTA L’INQUISIZIONE SPAGNOLA LA GUARDIA DI FINANZA
Una volta riavutasi dalla ferale notizia la dottoressa non si è persa d’animo. Certo in un primo istante la dottoressa era sembrata quasi orgogliosa di non far parte dell’Ordine. Ma a mente fredda ha iniziato a vedere come tutti i fili che si sono intrecciati intorno a lei in questi ultimi mesi facessero parte di un unico, grande piano per espellerla. Perché sta succedendo tutto questo? Perché sta succedendo proprio ora? Ovviamente “qualcuno” vuole difendere i suoi interessi particolari. I medici vogliono conservare il potere che esercitano sulla vita delle persone. Ma ormai il movimento di liberazione del malato della Mereu è partito, e solo la Storia potrà giudicare, non gli uomini, non i loro tribunali, non i loro processi:

on bisogna lottare perché ” le strutture sanitarie funzionino ” vi è già un’altra medicina con altri concetti di prevenzione e cura che potrebbero abolire gran parte delle strutture ospedaliere allorchè le persone avessero un altro concetto di salute e malattia .

Certo, la battaglia sarà dura, ci sono persone molto potenti. Come quella di Galileo la rivoluzione della Mereu tocca le più alte sfere:

Rettiliani non ce ne sono?
Rettiliani non ce ne sono?

I fan più illustri (gente che ha un blog sul Fatto Quotidiano) hanno già iniziato a fare, per davvero, parallelismi con Galileo. La ex-dottoressa invece parte al contrattacco, se le Iene ce l’hanno con lei allora Report (che come le Iene ha una tradizione di dar retta ai ciarlatani) sicuramente potrà aiutarla:

Egregi conduttori di Report
Mi chiamo Gabriella Mereu , sono un medico . Sono stata ad aprile e maggio , con due trasmissioni da parte delle”iene ” , vittima di un videomontaggio a scopo diffamatorio a cui è seguita anche la diffamazione da parte di un giornale della mia città ” L’unione Sarda ” e in Ticino , Svizzera in cui mi sono stabilita da poco . A questo è seguito da parte dall’ordine dei medici di Cagliari , dopo un giudizio sommario , e nonostante la valida difesa della mia avvocatessa e di alcuni colleghi , le testimonianze e le prove con analisi di miei pazienti guariti anche da malattie gravissime con i miei metodi , la terapia verbale ed i fiori di Bach , una radiazione dall’ordine dei medici . In tutto questo non ho potuto avere diritto di replica da parte né di una televisione nè da parte di giornali . Sono , con la mia terapia verbale , che è frutto di una ricerca trentennale , la portatrice di una nuovissima medicina che cura trovando immediatamente , attraverso lo stesso linguaggio con cui il malato descrive i sintomi , il motivo animico ed emozionale della malattia . Spesso il malato guarisce immediatamente dopo che è stato reso consapevole del contenuto di ciò che lui stesso ha espresso . Sono sostenuta da 22000 circa amici di Facebook nel gruppo ” Amici di Gabriella Mereu ” e sono l’autrice di due libri che parlano della mia terapia ” La terapia verbale ” ed ” la malattia la trappola dell’eros ” Sono autrice anche di un DVD che ha il nome ” la terapia verbale ” edito dalla Macroedizioni . La trasmissione ” le Iene ” non ha detto che avevo scritto questi libri , mi ha dipinto come truffatrice e pazza decontestalizzando alcune mie affermazioni . Ha dipinto come imbecilli e manipolati anche le persone che da anni mi seguono .
Chiedo che attraverso la vostra trasmissione si faccia giustizia sulla mia immagine ed operato in nome di una medicina libera e di una libertà di cura . Rendo partecipe i miei 22 .000 amici di quanto ho scritto . Aspetto una vostra risposta .
Distinti saluti
Gabriella Mereu

Non resta che aspettare agosto per le motivazioni della sentenza dell’Ordine dei Medici, nell’attesa che anche la Guardia di Finanza provveda ad accertare alcuni punti poco chiari emersi dall’intervista delle Iene circa la mancata emissione delle fatture.

Viva la libertà!
Viva la libertà!

IL MEREU AID DI SETTEMBRE
Nel frattempo alcuni sostenitori stanno organizzando un evento “per il diritto di replica di Gabriella Mereu” a settembre per sostenere la Mereu, non si capisce se lo scopo è riabilitarla agli occhi dei suoi ex-colleghi o semplicemente garantirle un nuovo, esilarante, passaggio televisivo. Stay tuned.