Sport

«Friedkin e Pallotta hanno firmato il contratto preliminare per l’acquisto dell’A.S. Roma»

Il gruppo di Dan Friedkin e quello di James Pallotta hanno firmato il contratto preliminare per l’acquisto dell’A.S. Roma. Lo scrive Milano Finanza

Fahad Al Baker pallotta friedkin

Il gruppo di Dan Friedkin e quello di James Pallotta hanno firmato il contratto preliminare per l’acquisto dell’A.S. Roma. Lo scrivono poco dopo la mezzanotte di oggi 6 agosto 2020 Luciano Mondellini e Roberto Sommella su Milano Finanza aggiungendo che il texano ha costituito una Newco a Londra fatta proprio per il passaggio di proprietà.

Friedkin e Pallotta hanno firmato il contratto preliminare per l’acquisto dell’A.S. Roma

Ieri la trattativa era arrivata alla stretta finale dopo l’uscita di scena dell’imprenditore arabo Fahad Al-Baker e dei suoi soci secondo quanto ha raccontato il sito del quotidiano kuwaitiano Al-Jarida. La proposta proveniente dal Kuwait, secondo quanto riferiva il portale, non si è alla fine concretizzata in una offerta vincolante principalmente a causa dei tempi ristretti della trattativa. Il presidente della Roma, James Pallotta, avrebbe infatti concesso poche ore al gruppo di Al-Baker per superare l’offerta messa per iscritto dal Gruppo Friedkin (circa 500 milioni di euro) per rilevare la società giallorossa. “Gli investitori del Kuwait sono stati messi in una posizione difficile ieri dal presidente Pallotta, che ha concesso loro meno di 24 ore per presentare un’offerta superiore a quella presentata dall’investitore americano Friedken – riporta Al-Jarida – L’imprenditore kuwaitiano Al-Baker all’alba si è consultato con i suoi partner per raggiungere una decisione finale e rapida per risolvere la questione e per rispondere a Pallotta” ma alla fine all’intento della cordata non si è raggiunto l’accordo per presentare un’offerta congrua a chiudere l’affare.

Anche Romapress, che aveva raccontato nelle ultime ore i dettagli della trattativa tra Friedkin e Pallotta, annuncia la chiusura della trattativa con la firma di Pallotta. Anche se molti espertissimi comunicatori avevano detto che sul tavolo di Jim c’erano una decina di manifestazioni di interesse sul dossier, alla fine il gruppo Friedkin è stato l’unico a presentare una vera offerta con garanzie.

EDIT: A.S. Roma conferma con un comunicato il raggiungimento dell’accordo:

Roma, 5 agosto 2020

AS Roma SPV, LLC (“AS Roma SPV”), azionista di maggioranza di AS Roma S.p.A. (il “Club”), annuncia la sottoscrizione di un accordo vincolante di acquisto di azioni con The Friedkin Group, Inc. (“Friedkin”) ai sensi del quale, tra le altre cose, AS Roma SPV cederà a Friedkin la sua partecipazione di controllo detenuta nel Club e alcune attività correlate, compresi i fondi che ha messo a disposizione del Club per supportare la sua prevista capitalizzazione, e Friedkin assumerà alcune passività relative al Club (l’”Operazione”).

L’Operazione sarà effettuata attraverso una cessione a Friedkin dell’intera partecipazione detenuta da AS Roma SPV nel Club pari all’86,6% del capitale sociale del Club, di cui una partecipazione diretta del 3,3% del capitale sociale del Club e di una partecipazione indiretta dell’83,3% detenuta da AS Roma SPV attraverso la sua controllata NEEP Roma Holding S.p.A. (“NEEP”), per un prezzo di acquisto pari a Euro 0,1165 per azione. Più in generale, l’Operazione prevede che Friedkin acquisisca, oltre al 100% del capitale azionario di NEEP, anche il 100% del capitale sociale di ASR Soccer LP S.r.l. e il 100% del capitale azionario di ASR Retail TDV S.p.A. L’Operazione è valutata in circa 591.000.000 di Euro.

L’Operazione dovrebbe concludersi entro la fine di agosto 2020 ed è soggetta a condizioni standard per questo genere di transazioni. In base a determinate condizioni, AS Roma SPV ha il diritto di risolvere gli accordi sottoscritti e trattenere l’importo versato in deposito a garanzia come commissione di risoluzione, nel caso in cui l’Operazione non si concluda entro il 17 agosto 2020 o prima di tale data, e tale termine non sia esteso da AS Roma SPV. Inoltre, fatte salve determinate condizioni, sia AS Roma SPV che Friedkin hanno il diritto di risolvere l’accordo sottoscritto senza trattenere alcuna commissione di risoluzione, nel caso in cui l’Operazione non si concluda entro il 31 agosto 2020.

Il completamento dell’Operazione comporterà l’obbligo per Friedkin di lanciare un’offerta pubblica obbligatoria sulle azioni in circolazione del Club (che rappresentano circa il 13,4% del capitale sociale del Club) ai sensi delle leggi e dei regolamenti applicabili.

Dopo l’annuncio alla CONSOB, Jim Pallotta, il presidente dell’AS Roma, ha dichiarato: “Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Friedkin Group per la vendita dell’AS Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi giorni lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che porterà al passaggio di mano del Club. Negli ultimi mesi, Dan e Ryan Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il Club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per l’AS Roma”.

Dan Friedkin, Chairman e CEO del The Friedkin Group ha dichiarato: “Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell’AS Roma”.

Leggi anche: La trattativa per la vendita dell’A.S. Roma