Politica

Francia, oltre tre milioni di prenotazioni dopo l’annuncio del green pass obbligatorio per i luoghi pubblici

Solo negli ultimi tre giorni raggiunte le prenotazione delle tre settimane precedenti, il green pass per accedere ai luoghi pubblici ha fatto sussultare i cittadini francesi.

Francia Macron green pass green pass per accedere ai luoghi pubblici

La decisione  di Emmanule Macron, presidente francese, ha avuto un effetto dirompente sulla campagna vaccinale in Francia. Dal momento in cui il Presidente ha comunicato che i luoghi pubblici saranno accessibili solo a chi è in possesso del green pass, il numero di cittadini che ha deciso di vaccinarsi è aumentato vertiginosamente. Sono stati oltre tre milioni i francesi che hanno preso un appuntamento per immunizzarsi contro il covid-19, dopo che lunedì sera è stata annunciata la nuova policy nel paese.

A quanto scrive le Figaro, ben 2,6 milioni di francesi si sono iscritti su Doctorlib, il principale portale per fissare l’appuntamento per il vaccino. La sera stessa di lunedì lo hanno fatto in 874.400, martedì sono stati oltre 1,3 milioni e mercoledì 432mila. Praticamente si tratta dello stesso numero di appuntamenti registrati nelle tre settimane precedenti.

La stragrande maggioranza di chi si è precipitato a vaccinarsi è giovane: il 60% di chi ha preso l’appuntamento per la prima dose ha meno di 35% e oltre l’85% ne ha meno di 50. Con gli appuntamenti presi su altre due piattaforme, Keldoc e Maiia, si arriva a 3,1 milioni di registrazioni per farsi vaccinare.

Francia, oltre tre milioni di prenotazioni dopo l’annuncio del green pass obbligatorio per i luoghi pubblici. In queste ore anche manifestazioni

Nonostante la grande soddisfazione del governo, e il plauso della comunità internazionale, in tanti sono scesi in piazza. Il messaggio lanciato dalla Francia ha riacceso il dibattito in tutta Europa. Il tema ovviamente ha polarizzato l’opinione pubblica anche in Italia, mentre in queste ore i no-vax di Francia sono scesi in piazza.

In queste ore anche l’ex esponente dei gillet gialli Chalençon ha attaccato il presidente Macron,”Ha dichiarato la guerra al popolo francese e continua sulla sua strada, quella che ha innescato i gilet gialli. L’obiettivo del presidente francese è la costituzione di un nuovo ordine mondiale e la distruzione degli Stati sovrani”. Nonostante le opposizioni però sembra che la decisione presa dal governo transalpino abbia riscosso il successo desiderato. In Italia si studia in questi giorni un modo per applicare la stessa scelta, tarandola sulle esigenze del nostro paese. “Che sul green pass si cerchi una via italiana mi sembra molto ragionevole, qualsiasi decisione va applicata alle abitudini e alla situazione delle vaccinazioni del Paese – ha commentato l’ex segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti -. Sicuramente per i grandi eventi di massa sarebbe una cosa molto intelligente, non è giusto che alcuni che non si sono vaccinati per scelta mettano a rischio le persone e l’economia del Paese”.