Attualità

"Ma smettila con queste idiozie!": Caprarica perde la pazienza con Francesca Donato | VIDEO

@neXt quotidiano|

Donato Caprarica

Cita dati già smentiti (o per meglio dire, decontestualizzati) dall’Istituto Superiore di Sanità. Fa spallucce davanti ai morti Covid perché avevano una “certa età” e avevano anche altre patologie. Poi, a completare il quadro, arriva anche a fare l’offesa quando dallo studio intervengono per smentire la sua continua propaganda negazionista e anti-vaccinista. Ancora una volta, il teatro delle teorie dell’assurdo di Francesca Donato è uno studio di La7 dove – oggi – è andata in scena una discussione con Antonio Caprarica sull’atavica tesi dei no vax: morti per e morti con Covid.

Donato-Caprarica, lo scontro sui “morti per Covid”

“Se noi leggiamo i dati dei morti così come registrati sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità, sappiamo che circa 80mila (ma anche di più) morti per Covid, sono state persone ultraottantenni con tre o più patologie concomitanti”. Basterebbe questo per mettere la parola fine e chiudere il collegamento, visto che in Italia sono milione le persone (e non solo gli anziani) che hanno pluri-patologie che poco sono compatibili con un’infezione da Sars-CoV-2 che va a provocare (lo dice la scienza) non solo problemi polmonari, ma anche alcune disfunzioni multi-organo.

Ma la propaganda folle dell’ex leghista prosegue anche dopo l’intervento della conduttrice e degli ospiti nello studio de “L’Aria che Tira” (su La7): “Dire che sono morti a causa del Covid è una mistificazione”. Parole che fanno ribollire – come ovvio – gli animi. Il primo a prendere la parola è Antonio Caprarica che non usa mezzi termini: “Ma è possibile che lei debba continuare a raccontare queste storielle? Ma un minimo di decenza e di dignità”.

Ma lo scontro Donato Caprarica prosegue, con l’europarlamentare senza partito che fa anche l’offesa: “Se mi continuate a interrompere mentre sto parlando in collegamento io chiudo il collegamento”. E poteva farlo per rendere l’aria che tira un po’ meno pesante dalla sua narrazione anti-scientifica smentita a ripetizione, a ogni sua boccata di ossigeno. E invece resta lì e prosegue con i suoi deliri citando suoi “parenti” che hanno avuto il Covid. Ma il clima è ormai rovente e Caprarica ne ha le scatole piene di sentire quelle che definisce “idiozie”. E l’europarlamentare lo accusa di essere maleducato, cafone e non democratico.

(foto e video: da L’Aria che Tira, La7)