Economia

Fondi UE, così l'Italia finanzia la ricerca degli altri

Dal 2007 l’Italia ha foraggiato con 300 milioni di euro all’anno gli altri partner europei sulla ricerca scientifica. La colpa è della nostra scarsa performance nella conquista dei fondi europei per la ricerca. I progetti degli italiani sono finiti spesso bocciati, e così dei 41,7 miliardi di euro totali di fondi finanziati con la spesa pubblica di tutti i partner europei, soltanto 3,4 sono tornati in Italia. Ovvero appena l’8,3% del totale, come ha calcolato ieri il Sole 24 Ore in una tabella che potete vedere qui riprodotta. La Germania di fondi ne ha conquistati il doppio rispetto a noi (quasi 7 miliardi), seguita da Inghilterra, Francia e Olanda. Nell’infografica del Sole 24 Ore che vedete qui sotto c’è la percentuale di successo dei progetti presentati sui fondi UE, e la posizione di università ed enti di ricerca per progetti approvati: il primo italiano è il Consiglio Nazionale delle Ricerche, che arriva al quinto posto, mentre per trovare un altro italiano bisogna scendere fino al diciannovesimo. Per quanto riguarda gli atenei, il primo degli italiani è il Politecnico di Milano, che arriva al 35esimo posto in Europa, seguito dall’Alma Mater di Bologna che è 37esima.

fondi ue ricerca italia
I fondi UE per la ricerca (Sole 24 Ore, 4 aprile 2015)