Trend

“Vi spacco la faccia”, il figlio di Pippo Franco minaccia i giornalisti | VIDEO

Il rampollo di casa Pippo si scaglia contro i cronisti e minaccia di colpirli al volto con una mazza da baseball

Figlio di Pippo Franco

La debacle elettorale e la storia del medico indagato per aver rilasciato certificazioni vaccinali false ha restituito all’ex capo del Bagaglino una ribalta mediatica inaspettata. Ma oggi, a salire agli “onori” della cronaca è Gabriele Pippo, figlio di Pippo Franco. Tutto a causa delle sue Instagram Stories in cui ha minacciato i giornalisti fuori dal cancello della propria abitazione. Parole forti che sono state condivise dallo stesso dj e produttore musicale sui social.

Il figlio di Pippo Franco minaccia i giornalisti: “Vi spacco la faccia”

“Non voglio far sapere a tutti dove vivo, potete venire in ufficio, ci possiamo prendere un caffé per strada, tanto quello che dovevo dire l’ho detto sui social – ha detto il figlio di Pippo Franco su Instagram -. Ma sappiate che se vi vedo riprendere il cancello di casa mia esco con una mazza da baseball e vi spacco la faccia. E poi vado in manette con un sorriso a trentadue denti. Non vi presentate più davanti a casa mia”. Uno sfogo dialettico violento, dunque, contro quei cronisti che volevano fargli domande sulla vicenda diventata di dominio pubblico negli ultimi giorni.

Dopo la sua esperienza nel 2019 a Temptation Island, il giovane rampollo di casa Pippo (perché Pippo Franco è lo pseudonimo, o nome d’arte, di Francesco Pippo) ha proseguito il suo lavoro nel mondo della musica. Già nelle ore precedenti a questo filmato “rivolto” ai giornalisti, l’uomo aveva sottolineato come lui non fosse a conoscenza delle dinamiche attorno alla denuncia del medico – il cui studio si trova nella zona dell’Appio Tuscolano, ben distante dall’abitazione dell’ex comico del Bagaglino -a cui si era rivolto il padre per la “vaccinazione” (sono ancora in corso le indagini sul presunto rilascio di false certificazioni vaccinali per l’ottenimento del Green Pass) e che avrebbe aspettato e accettato le decisioni degli inquirenti e della magistratura su questa vicenda.