Economia

Il Family Act del governo Conte oggi in CDM

Secondo le indiscrezioni il provvedimento conterrà un assegno o bonus mensile per ogni figlio a carico dalla nascita fino ai 18 anni. L’importo sarà graduale in base all’ISEE. Dal secondo figlio in poi l’importo dell’assegno sale del 20% e dovrebbe partire dal settimo mese di gravidanza

elena bonetti family act quando arriva assegno universale per i figli

Il Family Act arriva oggi in consiglio dei ministri. Lo ha confermato il premier Giuseppe Conte ai capigruppo di Italia viva Maria Elena Boschi e Davide Faraone e al coordinatore Ettore Rosato incontrati a palazzo Chigi nel giro di consultazioni sugli Stati generali. Per Iv quello con il premier “è stato un incontro molto positivo”. Nella sua enews il leader di Iv Matteo Renzi ha espresso soddisfazione per l’approdo in Consiglio del provvedimento: “Il Family Act il ministro Elena Bonetti lo aveva presentato alla Leopolda”, “oggi va finalmente in Consiglio dei Ministri. Bello!”.

Il Family Act del governo Conte oggi in CDM

Secondo le indiscrezioni il provvedimento conterrà un assegno o bonus mensile per ogni figlio a carico dalla nascita fino ai 18 anni. L’importo sarà graduale in base all’ISEE. Dal secondo figlio in poi l’importo dell’assegno sale del 20% e dovrebbe partire dal settimo mese di gravidanza, non concorrendo a formare il reddito imponibile e quindi del tutto detassato. L’assegno sarà aumentato se si hanno figli disabili.

elena bonetti family act

Il provvedimento era stato annunciato a gennaio scorso dalla ministra Bonetti e poi rinviato a causa dell’emergenza Coronavirus. Il Family Act dovrebbe contenere anche una serie di progetti educativi e prevede un contributo fino al cento per cento per le rette del nido e le scuole materne, mentre il congedo familiare per i papà sale a un minimo di dieci giorni. L’AdnKronos scrive che il testo è composto da otto articoli, a cominciare dall’assegno universale, normato nell’articolo 2 del testo. “L’assegno universale costituisce un beneficio economico attribuito a tutti i nuclei familiari con figlie e figli a carico – si legge nel testo del disegno di legge – l’assegno universale ha un importo minimo per tutti i nuclei familiari con uno o più figlie o figli, cui viene aggiunta una quota ulteriore e variabile determinata per scaglioni dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE); l’assegno universale viene attribuito mensilmente mediante la corresponsione diretta di una somma di denaro ovvero mediante il riconoscimento di un credito da utilizzare in compensazione dei debiti di imposta”.

EDIT ORE 16,39:  “E’ stato raggiunto un accordo perché Family act e assegno unico procedano insieme. Il Family act va oggi in Consiglio dei ministri e l’assegno unico sarà approvato entro la prossima settimana in commissione. E’ una buona notizia: abbiamo lavorato bene con la ministra Bonetti, siamo molto soddisfatti”.

Leggi anche: Il modello per richiedere il contributo a fondo perduto