Sport

Caressa interrompe l'intervista al ct De Giorgi per raccontare l'errore arbitrale in Juve-Salernitana | VIDEO

@Asia Buconi|

fabio caressa

Ha sollevato un polverone di polemiche quanto accaduto ieri sera su SkySport, quando l’intervista al ct della nazionale di pallavolo maschile italiana Fefè De Giorgi, che con i suoi azzurri ha conquistato in Polonia il tanto atteso Mondiale, è stata bruscamente interrotta da Fabio Caressa. Il motivo? L’urgenza di raccontare un errore arbitrale avvenuto durante le fasi finali del posticipo Juventus-Salernitana. Si trattava certamente di “immagini clamorose” (specie all’epoca del Var), ma molti non hanno potuto non notare come l’interruzione di Caressa la dica lunga sul diverso peso specifico dato ai due sport in Italia, dove il traguardo più alto della pallavolo può tranquillamente essere “oscurato” da un cavillo arbitrale di una partita di calcio.

La brusca interruzione di Fabio Caressa all’intervista al ct della pallavolo maschile De Giorgi

Mentre un commosso ed emozionato Fefè De Giorgi raccontava al giornalista l’impresa dei suoi azzurri, che hanno riportato in Italia il titolo mondiale dopo 24 anni, Fabio Caressa è intervenuto a gamba tesa prendendo la linea dallo studio di Milano e aprendo una parentesi su Juventus-Salernitana:

Scusa Ale, scusa Ale (riferendosi all’inviato di SkySport in Polonia al seguito della Nazionale, ndr). Fammi dire solamente, appena finiamo l’intervista con Fefè, immagini clamorose. Abbiamo lavorato le immagini dallo stadio di Torino. Immagini clamorose. Adesso ve le faremo vedere tra poco.

Insomma, un neanche troppo velato invito ai telespettatori ad aspettare pazientemente la fine dell’intervista al ct della pallavolo per godere delle immagini inedite di SkySport, che dimostravano come il gol annullato al centroavanti bianconero Milik per fuorigioco fosse in realtà valido (l’esterno della Salernitana Candreva, infatti, teneva in gioco Bonucci). Certo, si tratta di un errore arbitrale clamoroso ed evitabile, quel che viene da chiedersi, però, è se Caressa non potesse aspettare due minuti ed evitare di interrompere (anche se solo per qualche secondo) l’intervista a Fefè De Giorgi, che aveva appena raggiunto un successo storico per il nostro Paese. Ma, d’altronde, le esigenze della diretta vengono prima di tutto e dicono molto sulla realtà dello sport in Italia.