Fatti

Enrico Montesano replica pure: “Sgarbi vaneggia, io per la libertà di scelta”

“Ho ancora molto margine per estremizzare ai suoi livelli”. “Invito ad una disobbedienza civile individuale”

Montesano

Continua il surreale botta e risposta tra Montesano e Sgarbi. Ma questa volta arriva la risposta dell’attore romano alle accuse di Vittorio Sgarbi riguardo le sue dichiarazioni su vaccini e Green pass. Dopo le sparate contro le ultime decisioni del governo non fa un passo indietro – come ci si sarebbe aspettati – ma addirittura incita alla “disobbedienza”.

Enrico Montesano replica pure: “Sgarbi vaneggia, io per la libertà di scelta”

“Sgarbi mi definisce ‘estremista’? Con tutto il rispetto vaneggia, io sono per la libertà di scelta, freevax, e non credo che lui, commentatori vari e giornali al seguito, abbiano letto tutta la mia intervista di ieri. E se lo hanno fatto, ne hanno travisato il senso estrapolando ciò che faceva più comodo”, ha detto Enrico Montesano all’Adnkronos riferendosi alle affermazioni di Vittorio Sgarbi.

“Rispondo solo a Sgarbi perché lo stimo e perché è già la seconda o terza volta che mi descrive come estremista, uno che prende posizioni estreme. Certo, detto da Vittorio l’equilibrato, che di sparate incandescenti ed estreme è il re, mi sorprende e mi conforta. Ho ancora molto margine per estremizzare ai suoi livelli”, ha aggiunto.

“Se i disobbedienti sono una sparuta minoranza come possono mettere in crisi la ripresa economica? È una formula propagandistica! Un timore eccessivo, denota seria preoccupazione”. Ha poi commentato così il clamore mediatico suscitato dalle sue dichiarazioni di ieri, nelle quali invitava a ridurre i consumi nel periodo natalizio in aperta protesta contro l’adozione da parte del governo di nuove misure restrittive verso i non vaccinati.

“Sono un consumatore ed un utente, posso individualmente ridurre ascolto e consumi? Si! Invito ad una disobbedienza civile individuale. Posso frequentare i negozi di vicinato acquistando il necessario evitando il superfluo? Si! Vivere un Natale frugale come facevano i nostri nonni? Di cosa hanno paura? cosa farfugliano?”.

“Non mi piacciono le sommarietà, le generalizzazioni, io sono per la libera scelta e contrario ai permessi per vivere”, puntualizza l’attore romano. Che osserva: “Io userei altro approccio e altri metodi, come hanno fatto altre nazioni con successo, per contenere il virus e salvaguardare salute, libertà ed economia”.

Montesano spiega ancora meglio: “Ora le prefiche del salvataggio della ripresa hanno dimenticato i danni, molti dei quali irreparabili, inferti all’economia con le varie chiusure totali? I vostri lock… come si chiamano, i confinamenti ripetuti e durati mesi? Il danno all’economia è stato già fatto, tanto che ora parlate di ripresa..ma troppo tardi! Molte attività sono, ormai purtroppo, già chiuse!”, ha sentenziato.